Nasce l’Associazione USiena Alumni
10 Lug, 2014
ALUMNI_800x555

ALUMNI_800x555“L’Università di Siena vuole essere un punto di riferimento per i suoi studenti negli anni della formazione e per i suoi laureati, nei momenti delle scelte importanti. Vuole rimanere vicina a tutti coloro che vi trovano e vi hanno trovato stimoli culturali e di crescita professionale, per costruire una comunità solida capace di mobilitare le energie migliori delle persone che ne sono state parte o che vi apparterranno in futuro. Per questo abbiamo deciso di lavorare insieme agli ex studenti per dare vita all’Associazione USiena Alumni”, ha detto il rettore dell’Università di Siena, Angelo Riccaboni, presentando alla stampa la nuova iniziativa che coinvolge la comunità dell’Ateneo, insieme al prorettore Francesco Frati e alla dottoressa Marinella Belardinetti, laureata in Scienze economiche a Siena.

L’Associazione a cui potranno iscriversi tutti coloro che hanno studiato a Siena nascerà ufficialmente domani, venerdì 11 luglio, con la firma dei fondatori, i rappresentanti dell’Università di Siena e quelli del comitato dei laureati, alla vigilia del grande raduno che porterà a Siena centinaia di ex studenti dell’Ateneo, durante l’evento di due giorni “Hai studiato a Siena Se”. Sabato 12 e domenica 13 luglio, infatti, coloro che erano studenti qualche anno fa si ritroveranno in Università e in Ateneo, per una grande festa che vedrà momenti istituzionali e momenti di divertimento e spettacolo aperti alla cittadinanza, organizzati grazie alla collaborazione del Comune di Siena e al supporto della Banca Monte dei Paschi di Siena.

L’evento “Hai studiato a Siena se” sarà la trasposizione nella realtà dell’incontro virtuale che a primavera ha contagiato in modo virale, sul gruppo omonimo di Facebook, una quantità impressionante di persone che hanno studiato all’Università di Siena, fino ad arrivare in circa tre mesi a 12 mila iscritti. Ritrovatisi grazie alla rete, moltissimi hanno deciso di incontrasi concretamente, magari insieme alle proprie famiglie, per rivivere i momenti più belli degli anni da universitari.

“La storia di questo raduno è un fatto straordinario – ha commentato il Riccaboni – da rettore  e anche da alumno sono particolarmente orgoglioso del forte senso di appartenenza che questo Ateneo è stato capace di trasmettere a tutti noi. Si tratta di un grande merito dell’Università di Siena, nel quale anche questa città meravigliosa e unica, insieme al suo territorio, hanno un ruolo insostituibile. Ringrazio tutti coloro che hanno animato fin dal principio questa iniziativa spontanea in rete, che abbiamo deciso di sostenere, in linea con i progetti di accoglienza e di consolidamento della comunità, a cui stiamo lavorando da tempo”.

L’apertura delle due giornate, sabato alle 12, si svolgerà nel cortile del Rettorato con l’accoglienza del Rettore Riccaboni e i saluti del Sindaco di Siena, Bruno Valentini. Interverranno anche il presidente del Azienda regionale per il diritto allo studio, Marco Moretti, e Fabio Pacciani, Rettore del magistrato delle contrade.

Dopo il pranzo presso la mensa universitaria in via sant’Agata, il pomeriggio sarà dedicato alla visita delle strutture universitarie (aperti San Niccolò, via Mattioli e San Francesco, oltre alle residenze universitarie) e dei musei delle contrade. I dipartimenti dell’area economica organizzeranno una conferenza in ricordo dei professori Franco Belli e Franco Caparrelli, e la presentazione delle attività didattiche e di sostegno all’imprenditoria giovanile.

Dopo la cena in piazza san Francesco, tanta musica per tutti, alumni e cittadini, con la Wanna Gonna Show Street Band (parata fino a piazza del Campo) e gli Out of Shape nell’entrone del palazzo Pubblico. Alle 12.30 di domenica ritrovo in piazza del campo per il grande selfie di gruppo.

“Grazie all’Associazione Alumni – ha concluso il rettore Riccaboni – in futuro sosterremo  sicuramente attività ricreative, ma soprattutto avremo uno strumento in più per favorire lo scambio di esperienze e il networking fra gli Alumni, organizzare attività per la formazione permanente, anche per rendere ancora più efficace l’azione di orientamento promossa dall’Università di Siena, proprio attraverso la rete di contatti che si creerà”.