Facebook Posts Home Slide Show Prima pagina

Messa con fedeli celebrata in periferia nonostante i divieti

Il fatto è avvenuto la scorsa settimana durante la benedizione degli ulivi che secondo norma dovrebbero essere portati da casa e benedetti dal parroco. A raccontarcelo una nostra lettrice. Non appena entrata in Chiesa, con ramoscello d’ulivo alla mano, il parroco stava celebrando Messa per diverse persone e proprio in quel momento stava dando la Comunione ai fedeli.

Il tutto è avvenuto nonostante le regole dettate dalla Conferenza Episcopale Italiana, che riportiamo qui sotto:

1. Sono sospese tutte le celebrazioni di Sante Messe ed altre riunioni di preghiera con la partecipazione del popolo.
2. Le chiese restano aperte per la preghiera personale, invitando le persone ad attenersi a tutte le norme di distanza ed attenzione già indicate, per non mettere in pericolo sé e gli altri.
3. Sono sospesi i funerali. Il sacerdote può solo benedire la salma al cimitero. Invito poi i sacerdoti a celebrare privatamente una messa di suffragio per il defunto, come previsto dal messale romano senza partecipazione del popolo.
4. I sacerdoti a porte chiuse celebrino ogni giorno la santa messa senza il popolo, per pregare per i vivi e per i defunti.
5. Si possono suonare le campane per invitare le persone a pregare in casa.
6. Le comunità religiose che abitano nella stessa casa, compresi i sacerdoti delle case del clero, possono celebrare la liturgia a porte chiuse senza la partecipazione del popolo.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena