Cambio al vertice della Asl, Gugliotti: “No a D’Urso, proponiamo la continuità con Gherardi o Dei”
8 Feb, 2019
logo_are_6_trasp

Il cambio al vertice della Asl Toscana sud-est si sta trasformando in un braccio di ferro tra la Regione Toscana e la conferenza dei sindaci. Il nome di D’Urso, manager attualmente all’Asl di Sassari, fatto e difeso dal governatore Rossi, non convince gli amministratori del territorio di Arezzo, Siena e Grosseto che vorrebbero, in una fase delicata di accorpamento com’è quella attuale, una continuità dell’attuale governance, quindi chiedono di scegliere tra Gerardi attuale direttore amministrativo, e Dei attuale direttore sanitario.
L’argomento sarà affrontato in commissione sanità la prossima settimana e il presidente Scaramelli porterà al tavolo le richieste della conferenza dei sindaci. “Confidiamo che nell’incontro a Firenze venga rivalutata la scelta – ha detto Gugliotti membro della conferenza aziendale e sindaco di Sovicille -, non contestiamo la professionalità di D’Urso ma crediamo che in questo momento ci sia bisogno di un manager che conosce bene la realtà complessa della Toscana meridionale e possa portare avanti il lavoro avviato dall’attuale direttore Desideri, in scadenza di mandato”.