Calcio Home Slide Show Sport

Via la lupa, entra la Torre del Mangia: il nuovo logo della Robur

È stato presentato ieri sera al Santa Maria della Scala il nuovo logo del Siena, che sostituisce quello creato un anno fa mai digerito dalla tifoseria. Torna la scritta Robur 1904, il primo storico nome della squadra di calcio, mentre sparisce la lupa, perché, ha spiegato chi lo ha realizzato, Marco Cheli, è già presente in altri stemmi. A rendere unica Siena è la Torre del Mangia, che viene richiamata nel logo insieme all’oro che volge lo sguardo alle maglie dei successi in Serie A. Troviamo poi la scritta Siena e la balzana. Armen Gazaryan ha spiegato come non sia solo uno stemma di una squadra di calcio, ma anche un marchio rappresentativo del brand “Siena” da applicare a qualsiasi contesto extracalcistico. “Un brand popolare non solo tra i tifosi, che diventi familiare pure a chi non è un appassionato di calcio”, ha detto il presidente bianconero.

“Progettare un logo è sempre una sfida stimolante che diventa impegnativa quando devi riuscire a seguire le linee guida del committente, ma anche e soprattutto a non scontentare chi di quel logo ne vorrebbe poter fare il simbolo di una passione – dice il grapich designer Marco Cheli – il mondo del calcio sta cambiando e quelle che prima erano delle semplici società sportive ora vogliono essere delle aziende che ragionano in termini istituzionali e commerciali, motivo per cui dobbiamo abituarci ad abbandonare l’iconografia classica degli stemmi propria del mondo del calcio per avviarci verso linee più moderne e più consone alla costruzione di un brand”.

L’assessore comunale allo sport, Paolo Benini, ha voluto rimarcare “l’importanza del progetto della società del Siena che si è data obiettivi ambiziosi e che sta dimostrando nei fatti di voler ripartire con grandi professionalità. La passata stagione è stata un anno difficile, ma adesso dobbiamo guardare avanti grazie anche alla vicinanza della tifoseria. Il clima e l’unità del resto sono elementi fondamentali e lo dimostra la nostra Nazionale che ha vinto gli Europei avendo tutti ben chiaro il lavoro da svolgere. Il Siena merita di ritornare nei grandi palcoscenici del calcio e non dimentichiamoci mai che lo sport è un veicolo primario d’immagine che ha importanti ricadute anche sulla collettività e città”.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena