Usura a Siena: funzionario del comune e due imprenditori di Monteroni sotto accusa
26 Set, 2016
soldi banconote euro

Prestavano soldi con un tasso d’interesse dal 125 al 600 per cento. Per questo tre persone sono state iscritte nel registro degli indagati con l’accusa di usura. I tre uomini sono un funzionario del Comune di Siena e due imprenditori di Monteroni d’Arbia che avrebbero anche legami di parentela con il boss Bernardo Provenzano. La somma di 700mila euro, secondo l’accusa, sarebbe stata prestata in più volte dal 2009 al 2016 ad una donna, di professione avvocato, in difficoltà economiche. Le indagini sarebbero partite proprio dalle vicende giudiziarie del legale, radiato dall’ordine e condannato in primo grado di giudizio con l’accusa di truffa.