Facebook Posts Home Slide Show Prima pagina

Oggi è la Giornata nazionale dell’infermiere. Il programma dei festeggiamenti a Siena

“Gli infermieri, assieme alle altre professioni della sanità, sono la spina dorsale del sistema assistenziale. Faremo tesoro delle indicazioni e delle soluzioni di questi anni per rendere sempre più efficace il loro ruolo nel sistema assistenziale ospedaliero e territoriale”. A parlare è il dg dell’Asl Toscana Sud Est Antonio D’Urso, in occasione della Giornata internazionale dell’infermiere, che si festeggia oggi. “Riconfermo l’impegno dell’Azienda nella valorizzazione e nel potenziamento delle professioni sanitarie. Una delle lezioni che ci portiamo dietro dalla pandemia è quella della multidisciplinarietà dell’assistenza sanitaria territoriale, della capacità di resilienza e integrazione di servizi e competenze”, continua D’Urso.

“Il 12 maggio ricordiamo la nascita di Florence Nightingale, fondatrice delle Scienze infermieristiche moderne, – dichiara la direttrice delle Professioni infermieristiche e ostetriche dell’Asl Vianella Agostinelli – Oggi gli infermieri progettano, sperimentano, costruiscono e ricostruiscono processi assistenziali e percorsi organizzativi, si impegnano in nuove logiche curative, educative, dando risposta a nuovi bisogni di cura e assistenza. Gli infermieri sono consapevoli che, vista la complessità dei nostri sistemi, nessun professionista può pensare di “vincere da solo”, e che soltanto un dialogo aperto e onesto con gli altri professionisti è possibile fornire un valore aggiunto alle nuove sfide della salute”.

Nella celebrazione della giornata internazionale dell’infermiere il dipartimento delle Professioni infermieristiche e ostetriche festeggerà con i quaranta infermieri Caring leaders delle cure territoriali all’edificio del Toscana Life Science in occasione della chiusura del corso di formazione. Durante la giornata saranno consegnati i libri delle tre tassonomie infermieristiche internazionali che serviranno per garantire assistenza personalizzata e di provata efficacia. A consegnare personalmente questo prezioso strumento sarà il direttore sanitario dell’Asl Simona Dei.

Intanto sabato 14 maggio a Siena, in Piazza Matteotti, dalla mattina fino al primo pomeriggio, sarà allestito uno stand dove gli infermieri senesi saranno a disposizione dei cittadini per offrire dimostrazioni pratiche e distribuire gadget. L’iniziativa si inserisce nel calendario di appuntamenti con cui OPI Siena celebra la Giornata Internazionale dell’Infermiere che ogni anno unisce idealmente 13 milioni di professionisti che operano in tutto il mondo e che quest’anno ha come tema OVUNQUE PER IL BENE DI TUTTI – Infermieristica di prossimità per un sistema salute più giusto ed efficace.

“Celebriamo la giornata internazionale dell’infermiere cercando di incontrare i cittadini per parlare della nostra professione e dei profondi cambiamenti che ha attraversato negli ultimi anni e di quelli che ancora sono in atto – commenta il presidente dell’Ordine degli Infermieri di Siena, Michele Aurigi –. Quanto sia necessario che l’infermiere sia sempre più ‘ovunque per il bene di tutti’ lo ha dimostrato la pandemia ricordandoci che la salute si tutela in ospedale, ma anche sul territorio. Ecco perché bisogna investire e sviluppare modelli come quello dell’infermieristica di famiglia e comunità ed è per questo che la presenza capillare dell’infermiere sul territorio è fondamentale”.

“Abbiamo trascorso un anno ancora difficile – conclude il presidente Aurigi – nel quale abbiamo continuato a dare prova di dedizione e competenza, ricevendo però scarsi riconoscimenti tanto in termini economici, quanto in termini di sviluppo sociale e professionale. Ancora una volta la ‘pacca sulla spalla’ pare sia ciò che il ‘sistema’ ritiene debba essere il ringraziamento per gli infermieri. L’assistenza è centrale per il cittadino tanto quanto la diagnostica e la terapia, ma per i decisori politici spesso pare essere un ‘di più’ (pochi professori universitari infermieri, pochi dirigenti infermieri, poche strutture assistenziali a gestione infermieristica, pochi infermieri…) e questa visione si ripercuote necessariamente in modo negativo sul cittadino stesso. Ma oggi è una giornata celebrativa, la nostra festa, pertanto insieme ad un grido di allarme riguardo la sofferenza della professione, rivolgo un sincero ringraziamento a tutti i colleghi orgogliosamente professionisti dell’assistenza, da sempre, ovunque per il bene di tutti”.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

4 Luglio 2024, la cronaca

Ad

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena