Facebook Posts Home Slide Show Musica

Claudia Gerini, Giorgio Pasotti e Serra Yilmaz sul palco dei Rinnovati per il Terra di Siena

L’attrice Claudia Gerini, presente con ben due film alla 24° Terra di Siena International Film Festival è stata tra le protagoniste della Kermesse che si è conclusa domenica 4 Ottobre al Cinema Pendola con la sezione internazionale di tre film in anteprima assoluta: “Mission Possibile” di Bret Roberts con John Savage, “La Sinceritè” e “A Score to Settle” con Nicolas Cage.

L’eclettica attrice è passata dal cinema Pendola dopo la proiezione del lungometraggio in concorso “Anna Rosemberg”, al palco del Teatro dei Rinnovati in Piazza del Campo per ricevere il premio alla carriera il “Seguso Award” dopo aver calcato il tappeto rosso dell’entrata nel Cortile del Podestà del Palazzo Pubblico.

La Gerini è una dei grandi ospiti che sono intervenuti alla 24° edizione del Festival, presieduto da Mariapia Corbelli e diretto da Antonio Flamini, con le reazioni Internazionali di Valentina Castellani Quinn di Quinn Studios di Los Angeles, che ha visto proiettare ben 12 film italiani, 7 film internazionali, 5 documentari, 21 cortometraggi, 3 eventi speciali e 4 proiezioni speciali oltre l’omaggio a Federico Fellini nel centenario della nascita.

La cerimonia di premiazione, si è svolta nel bellissimo Teatro dei Rinnovati situato all’interno del Palazzo Pubblico in Piazza del Campo , che vanta oltre sette secoli di storia, e quindi splendida cornice della proclamazione dei vincitori: Sanese d’oro al miglior film, decretato dalla giuria dei giovani con il presidente e compositore Andrea Guerra Estdittatura last minute”, il Gran Premio Acea per miglior attrice a Claudia Gerini, premio migliore regia a Giorgio Pasotti per “Abbi fede”, gran premio città di Siena a Stefano Fresi per il film “Il Regno”, targa Terme di Chianciano alla migliore Opera Prima a Marco Bocci per il film “A Tor Bella Monaca non piove mai”, gran premio della critica al film “Il colore del dolore” di Francesco Benigno, Gran Premio della giuria al film “Rosa Pietra Stella” di Marcello Sannino, premio migliore sceneggiatura a Francesco Dominedò per “La banda dei 3″, premio Seguso alla carriera all’attore Andrea Roncato, premio Terme di Chianciano alla carriera al premio Oscar Gianni Quaranta, premio a Paola Minaccioni al miglior cortometraggio ” Offro io”,  premio migliore regia internazionale “La sinceritè” di Charles Guerin Surville e premio attore internazionale a Christophe Favre.

Questa 24° edizione , supportata dal Main Sponsor Acea e Acquedotto del Fiora, è stata voluta fortemente dal vivo, con la presenza in sala di attori, registi, produttori che hanno incontrato il pubblico rispondendo alle domande  sul futuro del cinema. Un importante messaggio è giunto durante il galà al Teatro dei Rinnovati quando sono stati invitati sul palco direttori di festival importanti come Francesco Raniero Martinotti di France Odeon, Maddalena Mayneri di Cortinametraggio, Nicola Timpone del Festival Marateale per fare sinergia e rete sulla scia di quello già avvenuto alla Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia.

Un grande riconoscimento è giunto il giorno dell’apertura del Festival con grande successo dell’anteprima del film “Burraco fatale” di Giuliana Gamba e di un cast tutto al femminile sulle ali della libertà: la medaglia di rappresentanza e l’adesione del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

ESTRA NOTIZIE

Ad
Ad

Meteo

Meteo Siena