“B. Ricasoli”: ricette degli studenti del carcere di Ranza diventano un menu
15 Mar, 2018
sushi ellenico

Le ricette del territorio diventano protagoniste del primo menu ‘Made in Ranza’, preparato e firmato dagli studenti della sede carceraria di Ranza – San Gimignano dell’Istituto d’Istruzione superiore statale “Bettino Ricasoli” di Siena. Gli aspiranti chef, già protagonisti lo scorso anno con l’apertura del blog “Scriviamo…con gusto” – scriviamocongusto.wordpress.com – portano, così, avanti la loro esperienza ai fornelli e on line, raccogliendo e raccontando il lavoro e la formazione svolta all’interno delle aule attraverso poesie, riflessioni e ricette firmate e curate da loro stessi e pronte a essere replicate da chiunque vorrà provarle.

Le ricette dei detenuti in un menu. La nuova avventura coinvolgerà, per primi, gli studenti della classe VC del circuito di Alta Sicurezza della Casa di Reclusione di San Gimignano, già ideatori nei mesi scorsi di ricette innovative e ricercate quali il Sushi ellenico. A mettersi in gioco, poi, saranno le altre classi dell’Istituto, per i circuiti di Alta e Media Sicurezza. La nuova sfida ai fornelli li vedrà protagonisti nell’elaborazione di una ricetta che abbia tra gli ingredienti i prodotti di stagione, con particolare attenzione a quelli del territorio, per dare vita, alla fine dell’anno scolastico, al primo menù pensato e realizzato dagli studenti “con l’obiettivo – come affermano loro stessi sul blog – di dilettare il palato ma anche, e soprattutto, con la speranza di riuscire a trasmettere la passione per l’arte culinaria”.

L’Istituto “B. Ricasoli” nella sede carceraria. Dall’anno scolastico 2014-2015 l’Istituto “B. Ricasoli” di Siena, a seguito del protocollo di intesa tra i Ministeri dell’Istruzione e della Giustizia siglato il 23 ottobre 2012, ha rivisto i propri percorsi curricolari nella sede carceraria di Ranza – San Gimignano, dove era già presente. Nel 2017 è nato il progetto “Scriviamo… con gusto!”, un blog in cui si parla di cucina e di passione. In questo spazio virtuale gli studenti inventano una ricetta, la realizzano in team e, a seconda delle proprie attitudini e potenzialità, lavorano su elaborati scritti di diversa natura da pubblicare in rete, favorendo un confronto con gli utenti. In questo modo, infatti, la sezione scolastica di Ranza si apre virtualmente a tutti coloro che si interessano al mondo della cucina, della scuola e della creatività, stimolando la crescita e l’impegno degli studenti detenuti.