Prima pagina

“Temiamo che la sospensione decisa da Poste sia solo temporanea”

Una protesta dimostrativa è stata messa in atto stamani dai cittadini di San Gusmè che si sono riversati in massa alle Poste di Castelnuvo Berardenga per far capire i disagi ed i disservizi che potrebbero accadere se cessasse l’attività dell’ufficio di San Gusmè, che rientra tra le 64 sedi periferiche a rischio chiusura nel piano di riorganizzazione di Poste Italiane. Piano che proprio in questi giorni, dopo le tantissime prese di posizione contrarie, è stato sospeso. I cittadini di San Gusmè però temono che si tratti solo di uno stop temporaneo, di matrice – come dire – “politica”, studiato per non creare troppi malumori a ridosso delle elezioni regionali e che dopo l’appuntamento elettorale si ritorni punto e a capo. “San Gusmè è un paese piccolo, la popolazione è composta da persone per lo più anziane ed i servizi postali sono fondamentali per loro, soprattutto perchè l’altro ufficio più vicino è a Castelnuovo Berardenga, che dista cinque chilometri – ha spiegato ai microfoni di Antenna Radio Esse Ilaria Petrucci, presidente della Pro Loco di San Gusmè -.

I cittadini di San Gusmè in coda all'ufficio postale di Castelnuovo Berardenga
I cittadini di San Gusmè in coda all’ufficio postale di Castelnuovo Berardenga

La nostra preoccupazione è che i cittadini perdano un altro servizio essenziale, noi siamo già in una condizione disagiata perchè non ci sono sufficienti mezzi pubblici che consentono alle persone di muoversi in autonomia, abbiamo visto gli esercizi commerciali via via negli anni cessare l’attività, la mancanza dell’ufficio postale sarebbe per noi motivo di ulteriori problemi. Per questo abbiamo deciso di organizzarci e di venire tutti a Castelnuovo, per far capire quali disagi ed inefficienze si creerebbero. E’ vero che Poste ha deciso di sospendere il piano dei tagli, ma a noi la cosa non convince, temiamo che sia solo temporanea, che sia legata alle scadenze elettorali e che a giugno il problema si riproponga. Con noi erano stati molto chiari, ci avevano fatto capire che non c’erano margini per evitare la chiusura, quindi ci chiediamo cosa è cambiato adesso…”

Ascolta l’intervista alla Presidente della Pro Loco di San Gusmè Ilaria Petrucci