Siena: costa cara la protesta all’arbitro
8 Mar, 2019
Anna Durio

Costano care al Siena le proteste della presidente Durio e di suo figlio al termine della partita di martedì con la Pistoiese. La tensione di fine gara per un arbitraggio scorretto hanno fatto saltare i nervi ai due dirigenti che sono scesi in campo. Tutto questo è arrivato sul tavolo del giudice sportivo che ha comminato 30 mila euro di multa alla società e l’inibizione della presidente Durio fino al 30 giugno prossimo, del vicepresidente Trani fino al 30 giugno 2020 per le frasi offensive rivolte alla terna arbitrale sul campo di gioco prima del rientro negli spogliatoi.