Siena, capitale internazionale delle Lingue dei Segni
11 Lug, 2014
Logo SIENA_SCHOOL_LOGO-complete black1_800x224

Un mese di scambi culturali e linguistici praticati con le Lingue dei Segni. Grazie ai corsi estivi della Siena School for Liberal Arts (www.sienaschool.com) che, in collaborazione con Mason Perkins Deafness Fund (www.mpdfonlus.com), offre ogni estate la possibilità per studenti americani che conoscono la Lingua dei Segni americana di apprendere la Lingua dei Segni italiana oltre a seguire cors​i​ di cultura sorda e di italiano. Per gli italiani, invece – studenti, interpreti o professionisti – un’opportunità unica di apprendere la Lingua dei Segni americana da insegnanti sordi madre lingua. Questa formula unica nel suo genere in Italia – e in Europa – offre anche interessanti spunti di ricerca: quale migliore occasione per fare un’indagine sul campo sull’apprendimento di una seconda lingua segnata? Il gruppo di oltre 50 persone segnanti (sordi e udenti) che rimangono a Siena per tutto il mese di luglio verranno seguiti da una ricercatrice americana.

La Lingua dei Segni Italiana (LIS) rappresenta un fondamentale strumento di comunicazione e un elemento essenziale della propria identità per moltissimi sordi. E’ una lingua con pari dignità rispetto alle lingue parlate: ha cioè un proprio apparato di regole grammaticali, sintattiche, morfologiche e lessicali che si fonda su componenti sia manuali (la configurazione, il luogo, l’orientamento e il movimento delle mani) che non-manuali, quali l’espressione facciale e la postura. L’unica differenza rispetto alle altre lingue è che sfrutta il canale visivo-gestuale, ovvero il canale integro nei sordi, ed è quindi molto utilizzata dalla comunità sorda perchè consente pari opportunità di accesso alla comunicazione e all’informazione. Per questo, l’impegno della Mason Perkins Deafness Fund va nella direzione di sostenere e favorire la conoscenza e la circolazione della Lis, non solo da parte della comunità sorda ma anche all’interno della comunità udente.