“Le Scoperte”: alla ricerca del marmo senese sulla Montagnola
11 Lug, 2014
arcobaleno_800x600

Il marmo di Siena , con il suo inconfondibile giallo declinato nelle varianti di tonalità, ha ‘segnato’ nei secoli gran parte dei più celebri palazzi e monumenti, italiani e non solo. In tempi recenti i blocchi di questa pietra locale hanno fatto spesso rotta verso Oriente, per andare ad incastonarsi in residenze da sogno di emiri e sceicchi. Una fama mondiale dunque, ma quanti sanno esattamente da dove arriva questa eccellenza del territorio senese?

Chi rimane incerto sulla risposta può soddisfare la curiosità domenica prossima con una originale occasiona di training, sia per la propria cultura che per il proprio organismo. Il 13 luglio nella Montagnola è in programma la prima delle SCOPERTE&DINTORNI, la versione ‘extramoenia’ delle passeggiate a caccia dei tesori nascosti dell’arte e della storia senese.  Un pomeriggio di historic walking a passo comodo con ritrovo alle ore 15 (costo 10 euro, prenotazioni al 349 2613881) nel borgo di Tegoia: proprio in quest’area sono infatti collocate le cave di Pelli e Gallena, ‘fonti’ millenarie del pregiato marmo senese. Seguendo i passi e le narrazioni delle guide turistiche Federagit di Siena, i partecipanti avranno l’opportunità di immergersi in uno scenario ammirevole e scarsamente battuto; scoprendo come avviene l’estrazione del marmo, addentrandosi nel secolare castagneto per poi trovarsi al cospetto della sorgente del fiume Elsa, o della chiesa di Molli. Un itinerario di complessivi 10 chilometri, da percorrere con scarpe comode, abbigliamento sportivo ed una scorta di curiosità nella mente. Lo spunto per una domenica di mezza estate nella natura rivolto a residenti e visitatori, sia italiani che anglofoni: a beneficio di chi ha difficoltà nel raggiungere il posto (o di chi non  ne è pratico) sono possibili soluzioni di transfert in auto e di  alloggio (info alo 0577 1657589), oltre alla possibilità di rifocillarsi con gusto dopo la passeggiata in uno dei ristoranti aderenti all’iniziativa. Tutti i dettagli su www.facebook.com/scoperte.

PARTENZA CON ARCOBALENO. La passeggiata di domenica 13 seguirà quella di apertura, effettuata ieri a San Raimondo al Refugio  dove i primi partecipanti alle Scoperte 2014 hanno seguito con interesse la descrizione del ricco patrimonio conservato all’interno della Chiesa abitualmente chiusa al pubblico, ed hanno apprezzato l’aperitivo di apertura allestito dai pubblici esercizi di Pantaneto sotto la regia del Comitato di via.  Una inaugurazione baciata anche dall’arcobaleno, avvistato dai suggestivi giardini del Refugio.

Nella foto l’arcobaleno osservato durante l’evento d’apertura de LE SCOPERTE, giovedì 10 luglio