Pallai: “I bus del City Sightseeing non rispondono all’urbanistica di Siena”
11 Apr, 2016
City Sightseeing

Gli autobus del City Sightseeing sempre più in espansione sul territorio nazionale non rispondono alle caratteristiche urbanistiche di Siena, così come alle scelte sulle politiche del turismo attuate dall’amministrazione comunale.
“Siena – interviene l’assessore al turismo Sonia Pallai – deve essere un luogo d’arte da scoprire e vivere camminando. Stiamo lavorando, ormai da tempo, ad un modello di turismo sostenibile, lento, rispettoso e a misura del nostro contesto urbano. Tutto questo è in linea con l’impostazione dell’Unesco: il nostro straordinario centro Storico è un luogo ad alta intensità di relazioni, cultura, rispetto, bellezza. Un luogo vivo e vitale, che va scoperto attraverso una fruizione turistica sostenibile e lenta, in grado instaurare una relazione virtuosa tra arte, ambiente e visitatori.
L’amministrazione- continua l’Assessore- è impegnata su questo fronte ad incentivare un eco-sistema urbano a misura dei cittadini. Proprio nella nostra città è nata l’idea del Trekking urbano, nel 2015 siamo stati capofila di 50 realtà locali che hanno condiviso e creduto in questo progetto. Dal 2013 abbiamo iniziative estremamente interessanti come le “Passeggiate d’autore” e “#SienaFrancigena”, due modalità di fruizione del territorio innovative molto distanti dal tradizionale turismo di massa”.
“Stiamo lavorando, insomma, ad un’idea di turismo che difficilmente potrebbe integrarsi con i grandi autobus del City Sightseeing, ai quali abbiamo quindi detto di no, sul cui utilizzo come strumento di promozione non abbiamo niente da eccepire ma che riteniamo più adatti a contesti architettonici e paesaggistici differenti dal centro storico di Siena”.