Prima pagina

Mps: dopo la smentita di Santander la Borsa fa nuovamente retromarcia

Fiammata ieri in borsa per il titolo Mps, che ha preso letteralmente il volo dopo l’annuncio del varo dell’aumento di capitale di Banco Santander, mossa che gli analisti hanno interpretato come un interesse da parte del gruppo spagnolo per l’acquisizione di Banca Mps. Solo a mercati chiusi è arrivata la smentita da parte dei vertici di Santander ed oggi è accaduto quello che si temeva, cioè che la Borsa facesse nuovamente retromarcia: all’apertura delle contrattazioni il titolo perde infatti il 5%. Non è andata meglio a Santander nella borsa spagnola, che ha perso l’11%
“Santander è storicamente un possibile pretendente al matrimonio con il Monte dei Paschi – ha spiegato ai microfoni di ARE il giornalista di Repubblica Maurizio Bologni – ha una lunga storia che lo lega a Siena, anche triste per il Monte, perchè è quello che ha rifilato il famoso “pacco” di Antonveneta a Mps. Ha solo 22 sportelli in Italia e potrebbe essere interessante entrare sul mercato italiano acquisendo una banca con una rete così ramificata e importante come Mps. D’altra parte per Mps potrebbe essere una soluzione interessante perchè una banca che viene da fuori e non ha una direzione generale nel Paese ha più interesse a mantenere la Direzione Generale in Italia. Per cui quando ieri c’è stata la decisione di aumento di capitale da parte di Santander il titolo Mps è schizzato, poi però temo che dietro ci sia soltanto una manovra speculativa e niente di più”.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena