Il Prefetto Saccone: “Non si deve avere la percezione di vivere in un posto pericoloso”
6 Apr, 2016
saccone_800x447

“Non si deve avere la percezione di vivere in un posto pericoloso”, lo dice il prefetto Renato Saccone che, dopo l’episodio dell’assalto alla sede della Securpol di Colle Val d’Elsa, riflette sulla sicurezza della provincia di Siena. “Si è cercato di colpire un deposito dove erano custoditi 12 milioni di euro – ha detto il prefetto ai microfoni di Antenna Radio Esse -, non si è scelto questo perchè è a Siena. Quella sera c’erano in servizio 13 pattuglie delle forze dell’ordine che nel giro di un’ora sono diventate il doppio. Questi sono episodi da attribuire a quella che viene chiamata criminalità pendolare che in passato anche in provincia di Siena ha messo a segno diversi colpi. Non bisogna pensare che la criminalità sia aumentata, rispetto al trend nazionale, la provincia senese ha i dati più bassi per esempio per i reati alla persona. Quello che in questo momento crea allarme sono i furti in appartamento, per fermare questo fenomeno ci vuole controllo delle forze dell’ordine, prudenza e attenzione da parte dei cittadini. Collaborando tutti insieme possiamo fermare questo fenomeno. Chiedo collaborazione anche ai tifosi delle squadre sportive: se i nostri uomini devono essere impegnati per vigilare sulle contestazioni non possono essere impegnati per presidiare il territorio. Quindi seguite la squadra del cuore, lo sport è divertimento e evitate di creare problemi che richiedano l’intervento di polizia e carabinieri da impegnare per le indagini ed i controlli”.