Fortezza Medicea di Siena, l’assessore Mazzini risponde all’interrogazione urgente di Falorni
29 Apr, 2016
parcheggio stadio-fortezza entrata

A seguito del ritrovamento di due siringhe usate nell’area della Fortezza medicea di Siena, Marco Falorni (Impegno per Siena), Andrea Corsi e Massimo Bianchini (L’Alternativa) hanno presentato nella seduta consiliare di ieri, 28 aprile, un’interrogazione urgente sulle condizioni dell’area.
“Da anni la Fortezza è oggetto di degrado – ha sostenuto Falorni – con scritte, danneggiamenti e atti di vandalismo che di recente si sono ulteriormente aggravati”.
Il consigliere ha quindi chiesto all’Amministrazione “se, in via d’urgenza e in attesa di rimedi alternativi, non si ritenga opportuno tornare alla chiusura notturna del cancello di ingresso come avveniva in passato e come avviene nei giardini e nei parchi pubblici di tutto il mondo”.
L’assessore all’Ambiente, Paolo Mazzini, ha condiviso la preoccupazione espressa da Falorni per la vicenda delle siringhe ma ha affermato “che non si può parlare di degrado pluriennale in merito alle condizioni della Fortezza. Anche grazie ai recenti interventi dell’Amministrazione, l’area è infatti molto vissuta dai cittadini e questa è la migliore forma di tutela per garantire la sicurezza di chi la frequenta”. “Voglio ricordare, in particolare, i lavori di messa in sicurezza dei bastioni e la riqualificazione del verde pubblico. Ma soprattutto l’installazione di una serie di strumenti ginnici che hanno riscosso l’interesse dei tanti senesi ai quali piace fare attività sportiva. Inoltre, presto l’area sarà dotata di una struttura temporanea per l’organizzazione di eventi e manifestazioni e realizzeremo anche un intervento di ulteriore messa in sicurezza degli spalti”.
Mazzini ha affermato come l’Amministrazione stia valutando l’ipotesi di procedere alla chiusura notturna dell’area della Fortezza, pur nella necessità di trovare accordi con le attività che vi sono in essere: in particolare, quella di un esercizio di ristorazione e quella musicale della Fondazione Siena Jazz e della banda Città del Palio.
“Così come abbiamo definito la chiusura dell’area verde sotto piazza Santo Spirito nelle ore notturne – ha aggiunto l’assessore – si tratta di capire quali forme potremmo individuare per fare altrettanto in Fortezza. L’elemento prioritario della sicurezza deve essere comunque armonizzato anche con le esigenze dei tanti cittadini che, sin dalle prime ore del mattino, vi si recano per fare sport, oltre che con l’organizzazione di iniziative nelle fasce serali”.
“Sono comunque dell’opinione – ha concluso Mazzini – che la fruizione diffusa degli spazi sia il miglior antidoto per tutelare l’area dalle cattive frequentazioni”.
Falorni si è dichiarato “pienamente insoddisfatto della forma e dei contenuti della risposta. La soluzione tecnica è semplice: si tratta di chiudere il cancello ricorrendo agli agenti di Polizia Municipale per garantire il diritto alla sicurezza dei cittadini e tutelare il decoro dell’area”.