Festa della donna, Le iniziative del Comune di Siena per il cambiamento culturale
7 Mar, 2018
MIMOSA-ART

Siena ricorda la Festa della donna con cartellone di iniziative organizzate dal Comune di Siena 

Gli appuntamenti in programma, numerosi e variegati, tra mostre, spettacoli musicali e teatrali, lezioni-concerto, letture, dibattiti, presentazioni di libri, momenti formativi e culturali, si protrarranno fino al prossimo 21 marzo.

Stamani, nel corso di una conferenza stampa, a cui hanno partecipato rappresentanti dell’Amministrazione provinciale e delle Associazioni che hanno partecipato alla realizzazione del programma, si è presentato l’elenco di eventi e l’assessora alle Pari Opportunità Tiziana Tarquini ha evidenziato il ruolo di queste associazioni “alle quali si deve il proficuo lavoro svolto costantemente a livello cittadino per favorire e incentivare il cambiamento culturale necessario a superare le disparità di genere che permangono nella nostra società>>. Prendendo ad esempio l’immagine copertina del programma, con la bellissima opera dell’artista Davide Dall’Osso in mostra in questi giorni nella Galleria di Palazzo Patrizi, l’assessora ha fatto suo l’appello dello scultore: “l’uomo del nostro tempo deve intervenire su se stesso”. <<E’ sempre più necessario – ha proseguito – che gli uomini riflettano sulla propria identità prendendo atto dell’emancipazione femminile>>. Un impegno che l’Amministrazione comunale tutta ha fatto proprio.

Lo stesso sindaco Bruno Valentini ha ricordato i tanti progetti ideati e realizzati, tra gli ultimi quello incentrato sul linguaggio, perché la lingua nel suo essere uno strumento di comunicazione riflette e palesa i valori della società che la utilizza. <<Da quest’anno – ha ricordato Valentini – abbiamo stabilizzato nel Bilancio comunale una specifica forma di finanziamento: 20 centesimi di euro per ogni donna dai 16 ai 55 residente nella nostra città, per un totale di 3.500 euro da devolvere ogni anno continuativamente al Centro antiviolenza dell’area senese. Un esempio che ci auguriamo sia da stimolo anche per gli altri 15 Comuni, in modo che il Centro possa avvalersi di un contributo complessivo di 15mila auro>>. <<La parità di genere – ha proseguito il primo cittadino – è ancora lontana dall’essere raggiunta, perché tocca i vari ambiti della società, a partire da quello economico e lavorativo. L‘Amministrazione Comunale c’è e intende procedere con determinazione, come testimoniano le tante iniziative portate avanti in questi anni, nonché i progetti in cantiere, per eliminare i fattori alla base delle discriminazioni e contrastare tutte le forme di violenza contro le donne, agendo sia a livello amministrativo che attraverso un percorso culturale e sociale che da anni ci vede in prima linea>>.

Un comune sentire, e un unico obiettivo, in base ai quali è stato stilato un programma capace di attirare pubblici diversi e stimolare riflessioni e azioni.

Fino a giovedì 15 al presidio San Niccolò dell’Università degli Studi di Siena “Leros, il mio viaggio”, percorso fotografico di Antonella Pizzamiglio (Culturing). Mostra e spunti di riflessione sul destino degli ex Ospedali psichiatrici, a cura del Comune e Università degli studi di Siena.

Termina domenica 18, con orario di apertura al pubblico 15/18 e ingresso libero, la Galleria

brochure_ 8 marzo 2017