Prima pagina

Botarelli (Siena Casa): “Bilancio condizionato dai crediti per morosità”

Siena casa costretta a fare una svalutazione dei crediti per morosità per risistemare il bilancio e presentare un piano triennale credibile. La società che gestisce le oltre 2800 case popolari, aveva un passivo di oltre 1 mln e 600 mila euro dovuto ai mancati incassi degli affitti delle famiglie in difficoltà. La crisi infatti ha causato la perdita del lavoro o la diminuzione dello stipendio per diversi inquilini che non hanno potuto pagare la locazione. “In questi casi abbiamo sopportato le morosità con il nostro bilancio ma è stato uno sforzo che non possiamo ripetere all’infinito – ha spiegato ad Are l’ad Claudio Botarelli -. Come società abbiamo fatto una svalutazione dei crediti per sistemare il rendiconto 2014 ritoccando il capitale sociale che è sceso a da 1 mln e 800 mila a 200mila euro. Abbiamo preparato un piano triennale che permetterà alla società di chiudere il resoconto annuale in pareggio. Potremo fare interventi di manutenzione delle case contando sui fondi regionali e sui canoni degli inquilini. Noi affittiamo case ai meno abbienti e per questo se ci saranno altre morosità cercheremo di capire se è veramente una situazione di emergenza e quindi sarà il Comune ad intervenire aiutando la famiglia oppure se ci siano le condizioni per lo sfratto. I nostri affitti sono bassi, circa 100 euro in media al mese, stabiliti sulla base delle denunce dei redditi degli affittuari, e le graduatorie sono stilate dalle amministrazioni comunali sulla base delle necessità dei cittadini che per avere la casa popolare devono avere tra i requisiti la residenza nel comune da almeno 5 anni. Solo il 10 per cento dei nostri affittuari è straniero”.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena