Benzinaio di Sovicille clonava le carte dei clienti e le utilizzava per comprare carburante
29 Set, 2015
benzina2_640x446

Clonava le carte con cui i camionisti gli pagavano il carburante e poi le usava per comprare barili di diesel in altri distributori. Per spostarsi usava un furgone con targa rubata. E’ l’accusa per la quale un benzinaio di Sovicille (Siena), incensurato, è indagato dalla procura di Firenze.
Secondo gli investigatori, in quattro mesi ha comprato 27 mila litri di gasolio. Le indagini sono iniziate quando un carabiniere ha notato il furgone del benzinaio in due luoghi diversi con targhe diverse.