Banca Mps torna all’utile, 188 mln nel primo trimestre. E il titolo vola a in Borsa
11 Mag, 2018
monte dei paschi

Banca Mps torna all’utile. E’ quanto emerge dal bilancio trimestrale approvato dal Cda: il primo trimestre chiude in positivo di 188 milioni, contro la perdita di 169 milioni dello stesso periodo del 2017. In aumento di 900 milioni di euro anche gli impieghi commerciali da fine dicembre 2017, grazie alla crescita del 20% delle nuove erogazioni di mutui. Il buon risultato è stato ottenuto da un calo dei costi, che in effetti in un anno sono scesi dell’8,7%, attestandosi a 573 milioni di euro. Le spese per il personale, in particolare, sono scese del 9%, in virtù anche della riduzione dei dipendenti.
Per quel che riguarda i crediti deteriorati è stato completato il processo di cartolarizzazione.
Nel primo trimestre 2018, il gruppo ha realizzato ricavi per 877 milioni di euro, in calo del 6% rispetto allo stesso periodo del 2017, ma in crescita di 74 milioni rispetto al trimestre precedente. Secondo Montepaschi, ciò è dovuto in particolare al calo del margine di interesse e delle commissioni nette.
Marco Morelli, amministratore delegato di Montepaschi, ha spiegato in conference call che nel 2018 è stato possibile voltare pagina rispetto al 2017. “Abbiamo finalmente iniziato a operare come un’azienda normale”, ha aggiunto spiegato che gli obiettivi per quest’anno sono principalmente quattro: migliorare l’attività commerciale, ridurre i crediti deteriorati, aumentare la qualità degli asset, ridurre i costi.

Intanto il titolo Mps vola in Borsa, guadagnando il 9% e avvicinandosi alla soglia dei 3 euro.