“Bright 2017”, è la Notte dei Ricercatori
29 Set, 2017
Notte Ricercatori 2016-bambini

Grande attesa in città per la Notte dei Ricercatori, la manifestazione che porterà migliaia di persone nel centro storico di Siena, per oltre 90 eventi di divulgazione scientifica, e che si concluderà in Piazza del Campo con il concerto dei Baustelle ad ingresso gratuito.

Alcuni eventi sono in programma già dalla mattina, mentre l’apertura pomeridiana della manifestazione sarà segnata dal primo PhD Graduation Day dell’Università di Siena. La cerimonia, dedicata ai dottori di ricerca che hanno conseguito il titolo nell’ultimo anno, si aprirà alle ore 15.30 nell’aula Magna del Rettorato. Saranno presenti i genitori di Giulio Regeni, che ricorderanno il figlio, ucciso in Egitto mentre svolgeva il suo lavoro di ricercatore.

Dalle 16 in poi la città sarà “invasa” dai ricercatori e dai loro strumenti scientifici: intorno ai temi della salute e benessere, nuove tecnologie, sviluppo sostenibile, natura, patrimonio culturale, si svolgeranno laboratori, dimostrazioni e dibattiti che coinvolgeranno i cittadini, con un occhio particolare ai bambini. Tutto il programma, già distribuito in città e ai ragazzi delle scuole, è consultabile su web all’indirizzo http://www.bright-toscana.it/siena/ .

La serata si concluderà in Pazza del Campo a partire dalle ore 21, con il primo esperimento su larga scala di Human screen, la tecnologia pensata per i grandi eventi, che permetterà di creare mosaici virtuali fatti di luci, in cui ogni tessera sarà il cellulare di ogni persona in piazza. Per partecipare all’esperimento, guidato dal dipartimento di Ingegneria e scienze matematiche dell’Università di Siena, basta scaricare una app sia su smartphone Android che iOS, cercando “Human Screen”.

Alle 22 i Baustelle presenteranno il concerto “L’estate, l’amore e la violenza”, titolo del tour e dell’ultimo disco di inediti del gruppo toscano. Profondo il legame del frontman del gruppo con l’Università di Siena: Francesco Bianconi si è laureato presso l’Ateneo in Scienze della comunicazione. Il concerto chiuderà in grande la lunga giornata della Notte dei Ricercatori.