Prima pagina

Asili nido: anche a Siena crollano le domande per effetto della crisi

Crollano le iscrizioni negli asili nido italiani. Per effetto della crisi le famiglie non possono più permettersi le rette salate e di conseguenza 4 bambini su 5 restano a casa. Anche Siena non è esente da questo trend, come dimostra il fatto che già da l’anno scorso il comune è riuscito a esaurire le liste di attesa. Lo ha confermato ai microfoni di ARE l’assessore all’istruzione Tiziana Tarquini. “E’ un fenomeno che effettivamente ci interessa – ha spiegato – già da due anni avevamo notato la flessione delle domande e l’anno passato abbiamo fatto fronte a tutte le richieste, non avevamo liste di attesa. Questo è dovuto a una minore natalità anche nella nostra città, ogni anni 50 bambini in meno circa. Poi si è fermata l’immigrazione e le famiglie sono in crisi perchè i genitori perdono il lavoro, soprattutto le donne, che rimangono a casa con i figli. Noi in Toscana siamo partiti molto alti con la presenza di asili nido, che nella regione è ben oltre i parametri imposti dall’Europa (il 33%, noi siamo al 54% tra strutture pubbliche e private), ma questo non ci esime da fare riflessioni. Ci piacerebbe che l’asilo nido – se ne parla tanto a livello nazionale – fosse inserito all’interno del sistema di istruzione. Questo farebbe sì che gli asili nido venissero considerati come le scuole materne, che quando sono partite avevano le stesse difficoltà”.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

ESTRA NOTIZIE

Ad
Ad

Meteo

Meteo Siena