Prima pagina

Arrestato dai Carabinieri perchè molestava i clienti di un supermercato

È finito in manette per resistenza a P.U. un nigeriano di 19 anni che nella mattinata di oggi 06.07.2015, ha cercato di sottrarsi ad un controllo dei Carabinieri strattonandoli e spintonandoli.

O. K. nato in Nigeria il 10.10.1996, domiciliato a Empoli presso una struttura ricettiva della Misericordia, celibe, disoccupato, censurato, nella mattinata di oggi ha raggiunto Poggibonsi in treno e si è piazzato all’uscita della COOP di Salceto.

Li, a partire dalle 09:00 e fino alle 11:30 circa, ha iniziato ad importunare alcuni cittadini chiedendo insistentemente di poter portare via i carelli della spesa usati dai clienti, al fine di trattenere le monetine usate per prelevarli.

Quando alcune persone hanno risposto negativamente alla richiesta del migrante, questi ha iniziato ad offenderli sia in italiano che in nigeriano. Alcune persone anziane si sono viste strappare dalle mani i carrelli vuoti ed hanno quindi chiamato il 112 per segnalare l’accaduto.

Sul posto è quindi stata inviata una pattuglia della locale stazione Carabinieri.

Giunti sul posto, i militari hanno individuato il giovane e gli hanno quindi chiesto un documento per identificarlo, chiedendo al contempo il motivo della presenza il loco.

Il nigeriano ha, inizialmente, fatto capire di non parlare l’italiano e di non comprendere i militari, motivo per il quale non ha aderito alla richiesta dei militari di esibire un documento di riconoscimento.

Alcuni passanti, vista la scena, si sono avvicinati alla pattuglia dei carabinieri riferendo loro che, poco prima, avevano ricevuto la richiesta del giovane di prelevare il loro carrello ed al loro rifiuto, il migrante li aveva offesi con delle ingiurie.

Il giovane quindi, compreso che non avrebbe potuto continuare ad asserire di non parlare l’italiano, ha riferito ai carabinieri di essere arrivato li da Empoli ma di non aver fatto nulla di male.

Visto il comportamento del giovane, i militari dell’Arma hanno quindi deciso di portarlo in caserma per identificarlo ma, in quel momento, il nigeriano ha cercato di sottrarsi al controllo dandosi alla fuga a piedi.

Raggiunto immediatamente dai militari, il migrante ha strattonato i carabinieri per divincolarsi, strappando la camicia di uno dei due militari.

Tale resistenza ha indotto i militari a procedere all’arresto del migrante che quindi è stato portato in caserma, dove, dopo i controlli del caso, è risultato essere già gravato da precedenti per disturbo della quiete pubblica e rifiuto di fornire le proprie generalità alle forze dell’ordine.

La perquisizione personale effettuata dopo l’arresto, ha permesso di rinvenire nella disponibilità del giovane, circa 23 euro in monete (probabilmente frutto delle “ore di lavoro” davanti il supermercato) ed i documenti con il permesso di soggiorno in Italia.

Trattenuto presso le camere di sicurezza della caserma, il giovane è in attesa del giudizio direttissimo presso il tribunale di Siena.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena