A Chiusi nasce la “Casa della Musica”
11 Apr, 2016
Chiusi convenzione casa musica_03

A poche settimane dall’inaugurazione ufficiale dei locali sono state consegnate le chiavi e firmate le convenzioni con tre realtà musicali della città che si insedieranno nella struttura. La Casa della Musica avrà sede nell’edificio attiguo alla Casa della Cultura: un intero piano di proprietà comunale concesso in comodato d’uso gratuito alle tre associazioni, proprio nello stesso edificio dove ha già sede anche la Filarmonica città di Chiusi. La consegna delle chiavi e la sottoscrizione degli accordi è avvenuta qualche giorno fa in una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il primo cittadino di Chiusi Juri Bettollini, gli assessori Chiara Lanari e Andrea Micheletti, il presidente della Filarmonica Città di Chiusi Francesco Crezzini, il Vice Presidente Maurizio Gherardi, la Presidente della Corale J. Arcadelt Emanuela Bacci, il presidente dell’associazione Gec Giannetto Marchettini con alcuni associati e la presidente della Fondazione Orizzonti d’Arte Silva Pompili.

“Dopo la Casa della Cultura e la costituzione della Fondazione Orizzonti d’Arte nella nostra comunità – dichiara il primo cittadino di Chiusi Juri Bettollini – c’è tanta voglia di valorizzare le passioni che caratterizzano la Città di Chiusi. In questo ragionamento ovviamente la musica non può che rivestire un ruolo da protagonista visto che da sempre scandisce il ritmo della città accompagnando i vari eventi durante l’anno. Una sede fisica sarà fondamentale per organizzare ed esprimere al meglio le tante attività e sensibilità che ruotano intorno al mondo del pentagramma.”

“Con piacere presto a Chiusi sorgerà anche la Casa della Musica – dichiara l’assessore al sistema Chiusipromozione Chiara Lanari – un percorso importante con le tre associazioni che entreranno a far parte della nuova struttura, un percorso che porterà ad incentivare la promozione e le espressioni artistiche e culturali della nostra città; per questo una sede fisica può essere fondamentale. Un ringraziamento va, quindi, alle associazioni per il loro costante impegno.”

“Come Filarmonica Città di Chiusi – dichiara il presidente Francesco Crezzini – siamo veramente soddisfatti di far parte della Casa della Musica e ringraziamo l’amministrazione per l’attenzione che dimostra verso le nostre attività durante tutto il corso dell’anno. Pensiamo che gli ulteriori locali che ci vengono consegnate all’interno della struttura permetteranno di far sbocciare tante nuove sensibilità intorno al mondo della musica e come Filarmonica e majorettes ci faremo trovare sempre come interlocutori pronti ed attenti ad ogni tipo di esigenza.”

“Per la Corale J. Arcadelt – dichiara la presidente Emanuele Bacci – la Casa della Musica è molto importante perché in primo luogo ci permetterà di avere una bella sede dove svolgere tutte le nostre attività, in primis l’organizzazione della nostra rassegna Internazionale dei Cori, arrivata quest’anno all’undicesima edizione. Per questo siamo felici di poter firmare questa convenzione con l’amministrazione comunale che istituzionalizza il nostro operato.”

“La Casa della Musica è un grande progetto nel quale adesso dobbiamo lavorare tutti insieme – dichiara Giannetto Marchettini presidente Associazione Gec – chiunque abbia un interesse musicale o sia semplicemente incuriosito dovrà trovare, nella struttura, delle risposte puntuali alle proprie esigenze e passioni; per questo sarà interessante pensare a tutta una serie di attività coinvolgenti. Sarebbe bello incontrarsi di nuovo tra un anno per un bilancio delle attività svolte perché pensiamo che quando un’amministrazione comunale dimostra una sensibilità non scontata su certe tematiche è importante che le associazioni si diano da fare e si dimostrino all’altezza delle ambizioni del progetto.”

L’obiettivo dell’amministrazione comunale è, quindi, quello di creare una vera e propria comunità musicale nella quale far coesistere diverse sensibilità così da avere un punto di riferimento anche fisico, dove ogni appassionato di musica possa ritrovarsi e riconoscersi. La Filarmonica Città di Chiusi ed il gruppo Majorettes, la Corale Arcadelth e il Gruppo Effetti Collaterali (Gec) saranno, quindi, i fautori di un cammino di crescita della Città di Chiusi fatto di musica e tanta voglia di esprimere al meglio una passione universale che porterà l’antica città di Porsenna ad essere sempre più anche la Città della Musica.