Treni e parcheggi off limit per i disabili. La denuncia di Laura Vigni
3 Dic, 2018
laura-vigni-214590

Viaggiare con una disabilità è ancora un tabù a Siena. Lo denuncia Laura Vigni, storica senese, che nel suo ultimo trasferimento a Firenze con il treno, è stata costretta a stazionare in un vano di servizio invece che nel suo posto prenotato perchè la sua carrozzina non passava dal corridoio del vagone. Lo ha raccontato ad Antenna Radio Esse spiegando che non è la prima volta che accade perchè nella tratta Siena-Firenze vengono utilizzati carrozze vecchie non a norma sulle disposizioni in tema di barriere architettoniche. Ma non è solo questo, al parcheggio della Stazione l’assurdo sono anche gli scalini che dividono il parcheggio disabili dal montacarichi per salire sulla banchina e prendere il treno. “In più il montacarichi nessuno lo sa funzionare – ha detto Vigni – e l’ultima volta sono venuti 4 uomini a portarmi al piano superiore. Mi domando come si possano segnare dei posti auto per disabili e non consentire poi l’uscita dal parcheggio per la presenza delle scale…”.