Softball: Gaia Benvenuti campione d’Europa con la Nazionale U13
20 Ago, 2014
benvenuti gaia baseball_602x600

Seconda esperienza con la maglia azzurra per la bianconera Gaia Benvenuti che, con la Nazionale di softball Under 13, si è laureata campione d’Europa vincendo il Massimo Trofeo Trophy, andato in scena a Collecchio dal 12 al 17 agosto. È il primo titolo internazionale per il ricevitore degli Allievi bianconeri targati Chianti Banca, che quest’anno ha giocato anche il campionato Under 21 di softball con il Cosmos di San Casciano Val di Pesa, in virtù del doppio tesseramento.

La maggiore soddisfazione per l’atleta senese è quella di aver giocato un ampio numero di partite come catcher titolare, mostrando aggressività e capacità di non mollare mai, lottando sempre.

I numeri della Benvenuti sono lì a dimostrarli, come le ottime prestazioni come ricevitore ed il doppio battuto in una delle prime gare.

Questa è la tua seconda esperienza in Nazionale. Cosa è cambiato rispetto allo scorso anno?

Quest’anno rispetto all’anno scorso ho legato molto di più con le mie compagne di squadra e durante le partite ho dato il massimo. È stata un’esperienza bellissima e anche molto gratificante visto che siamo riuscite a raggiungere il primo posto. Sono stata anche molto sorpresa e contenta visto che ho giocato la maggior parte delle partite come catcher titolare, mentre mia mamma mi ripeteva che mi avrebbero fatta stare in panchina…

Una ragazza che gioca a baseball – softball può sembrare strano… Come mai hai scelto questo sport rispetto alle altre discipline tradizionalmente seguite dalle tue coetanee?

Questo sport del batti e corri lo ho scelto perché, a differenza della pallavolo e della danza, nel baseball non devi fare sempre la stessa cosa, come imparare a memoria un balletto o imparare a schiacciare o ad alzare la palla; nel baseball tutto è inaspettato anche quando sei in svantaggio e stai perdendo la partita non è mai finita fino a quando non arriva l’ultimo out… per questo ho deciso di continuare a praticare questo meraviglioso sport!

Cosa diresti ad un genitore per convincerlo a mandare sua figlia o suo figlio a provare il baseball?

Direi solamente che nel baseball provi emozioni che non trovi da nessuna parte. Nel baseball e anche nel softball si vince insieme e non è uno sport dove se c’è un solo forte!

Tirso Petraccone