Siena in festa con “La Notte dei ricercatori”
25 Set, 2015
Notte dei ricercatori4

La Notte dei Ricercatori, che si celebra in oltre trecento città europee, anche quest’anno sta richiamando un numeroso pubblico nelle piazze e nelle strade del centro storico di Siena. Tantissime le persone interessate a scoprire in modo semplice i segreti della ricerca, grazie alle attività animate dagli studiosi di tutte le discipline, in vari luoghi della città. Molti i giovani e le famiglie con bambini per partecipare a dimostrazioni, esperimenti, presentazioni, animazioni. Arte, Expo, innovazione tecnologica, luce, salute, Siena creativa , Siena sostenibile, i filoni di questa quarta edizione, promossa dall’Università di Siena insieme al Comune, alla Banca Monte dei Paschi di Siena, alla Fondazione Toscana Life Sciences e all’Università per Stranieri di Siena.
“Attraverso questa manifestazione – ha detto il prorettore Francesco Frati – l’Università fa conoscere a tutti i cittadini le proprie attività scientifiche, anche quelle più specifiche e complesse, che vengono illustrate direttamente dai protagonisti. Si tratta anche un grande momento di coinvolgimento per il pubblico dei più giovani, che hanno così l’occasione di avvicinarsi al mondo della ricerca, senza nessuna barriera, interrogando i ricercatori e toccando con mano l’importanza delle loro ricerche. Un investimento culturale e divulgativo concreto sulle giovani generazioni. A Siena, la Notte dei Ricercatori è anche un esempio positivo di collaborazione e dialogo, tra chi fa ricerca e i cittadini, e tra le istituzioni, le aziende, il commercio e le associazioni”.
In serata l’atteso concerto “Stazioni Lunari”, in piazza del Campo, con Ginevra di Marco, Max Gazzè, Appino e gli Ex-CSI, Giorgio Canali, Giovanni Maroccolo, Massimo Zamboni e Francesco Magnelli.

Notte dei ricercatori2 Notte dei ricercatori5

Notte dei ricercatori3 Notte dei ricercatori