Prima pagina

Salute: no allo zucchero ai bambini nei primi due anni di vita

Non è mai troppo tardi per combattere l’obesità e non è mai troppo presto per imparare delle corrette abitudini alimentari. L’imput arriva dall’America con uno studio che mette al bando lo zucchero per i bambini fino a due anni ed indica in 25 grammi (6 cucchiaini) la dose massima fino ai 18 anni. Non solo per la forma fisica, ma anche per la salute, per i rischi di ammalarsi di diabete o soffrire di malattie cardiovascolari correlate all’abuso di zucchero. Ai microfoni di ARE ha approfondito l’argomento il professor Salvatore Grosso, direttore della Pediatria dell’ospedale de Le Scotte. “L’allarme è assolutamente giustificato – spiega – già da tanti anni si parla del rapporto diretto che c’è tra lo zucchero che aggiungiamo ai cibi e le malattie cardiovascolari arteriosclerotiche, che rappresentano la prima causa di morte nei paesi occidentali. La relazione tra questi due parametri è ben conosciuta, ma la questione è anche più complessa perchè dando zucchero a un bambino in un momento della vita in cui si sta formando il cervello, in qualche modo noi andiamo ad indirizzare la sua tendenza a consumare cibi tendenzialmente dolci”.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena