Prima pagina

Riorganizzazione territoriale delle Asl: Enrico Desideri nuovo commissario di area vasta Toscana sud-est

Che l’attuale processo di riorganizzazione delle aziende sanitarie locali non sia avvertito dai cittadini in termini di qualità dei servizi erogati e, inoltre, che si riveli un’opportunità per razionalizzare e tagliare eventuali sprechi, piuttosto che le prestazioni o il personale.
Questi gli obiettivi condivisi e conclamati stamani in occasione della conferenza stampa di presentazione del processo di riordino del servizio sanitario regionale e della relativa nomina di Enrico Desideri a commissario delle Aziende USL di Siena, Arezzo e Grosseto. Come ha introdotto il sindaco Bruno Valentini, nel quadro della riforma normativa che avrà effetto dal 1° gennaio 2016 e per il ruolo di indirizzo che è in capo ai sindaci e le funzioni deliberative del Consiglio regionale.
L’area vasta sud-est Toscana, sulla quale opererà il neo commissario Desideri, “è una realtà di 12mila kmq con quasi 900mila abitanti – come lui stesso ha sottolineato – e tre ASL con un bilancio complessivo di 1 miliardo e 670 milioni. Sarà l’occasione per specializzare le professioni, integrare i percorsi, consolidare le reti: siamo certi che lavorando sulle duplicazioni e sulle economie di scala riusciremo a generare fino a 30-35 milioni di risparmi. Ci muoveremo secondo precise linee guida: innanzitutto, intendiamo favorire la specializzazione dell’area amministrativa e del personale come opportunità per qualificare ulteriormente le funzioni della contabilità analitica e del controllo di gestione, perché una grande azienda ha bisogno di strumenti di management affinati. Ci saranno tre sedi operative, una ciascuna per ogni capoluogo. Altre parole chiave fondamentali sono integrazione e prossimità, con l’obiettivo di creare un sistema di reti cliniche integrate tra ospedali e territorio, abilitate da un sistema tecnologico-informatico uniforme, che sia in grado di fornire risposte quanto più immediate ed efficaci ai cittadini”.
Il vicecommissario della ASL 7, Enrico Volpe, de facto “numero due” nell’area senese del commissario Desideri che lo ha delegato alle funzioni di gestione ordinaria. Volpe ha riconosciuto l’importanza della prima tranche di finanziamento, pari a 400mila euro, ottenuta dalla Regione Toscana per la progettazione esecutiva dell’hospice che sarà realizzato nella struttura “Chiarugi” interna al complesso dell’ex ospedale psichiatrico San Niccolò.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena