Prima pagina

Professore pedofilo arrestato a Poggibonsi. Dava ripetizioni alle ragazzine riprendendole di nascosto

I carabinieri della compagnia di Poggibonsi lo hanno colto in flagranza mentre, seduto accanto alla “sua “studentessa, mentre le impartiva ripetizioni di matematica, con una videocamera nascosta le riprendeva le parti intime. È accaduto lo scorso 27 luglio u.s. a Poggibonsi. A finire in manette è finito un uomo di 42, incensurato, impiegato. L’uomo, nelle scorse settimane, come da molti anni a questa parte, aveva dato la propria disponibilità ad impartire lezioni private a studentesse bisognose di recuperare nelle materie scientifiche. Laureato in matematica, l’uomo non ha avuto difficoltà a trovare genitori che gli chiedessero la cortesia di fare qualche lezione ai propri figli, così da metterli al pari e non fargli perdere l’anno scolastico. In questo modo l’uomo, nel tempo, era riuscito ad avvicinarsi alle sue vittime : giovanissime ragazza adolescenti. Con la scusa di fare delle ripetizioni quindi, l’uomo si recava presso il domicilio delle vittime e, dopo aver iniziato le lezioni, grazie ad una mini videocamera, senza che le vittime potessero accorgersene, effettuava delle riprese delle parti intime delle giovani studentesse, non mancando di soffermarsi sui loro piedi. “Il professore” infatti, oltre a provare una morbosa attrazione per le minorenni, era particolarmente attratto dai loro piedi. L’operazione dei carabinieri non avrebbe mai avuto luogo se non fosse stato per l’arguzia di una giovanissima studentessa che, accortasi di alcune “anomalie” nel comportamento del “professore”, unitamente ai genitori si è recata presso il Comando Arma di Poggibonsi dove ha denunciato alcuni atteggiamenti ambigui ed alcune richieste pervenute dall’uomo. In sede di denuncia, la minore ha riferito di come “il professore” apprezzasse il fatto che la ragazzina usasse minigonne e sandali e di come, poi, durante le ripetizioni, l’uomo cercasse sempre delle posizioni che gli consentissero di avere una visuale libera e diretta sulle zone intime. Il personale della Stazione non ha perso tempo e, poco meno di 12 ore dopo la denuncia, ha organizzato un servizio che ha consentito di cogliere l’uomo in flagranza di reato. Quando il blitz dei carabinieri è scattato, l’uomo, seduto accanto alla giovane, è stato trovato con in mano una telecamera puntata sulle giovani gambe della sua studentessa. L’immediata perquisizione scattata presso l’abitazione dell’uomo ha permesso di recuperare centinaia di DVD e decine di H.D. pieni di video e foto. Tutto il materiale sequestrato ora è al vaglio per accertarne l’esatto contenuto anche se, per stessa ammissione dell’arrestato, si tratta di files pedopornografici e feticisti. Dopo le formalità di rito, l’uomo è stato sottoposto al regime di detenzione domiciliare, in attesa delle decisioni dell’A.G. Purtroppo, questo ennesimo episodio di pedopornografia, benché non collegato con l’episodio dello scorso ottobre, quando i Carabinieri di Monteriggioni arrestarono un uomo sposato di 40 anni che aveva adescato delle minori ottenendo da loro immagini e video hot, dimostra quanto concreto sia il pericolo di imbattersi in questa tipologia di reati le cui conseguenze, spesso, sono difficilmente arginabili e, comunque, lasciano segni indelebili nelle vittime.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena