Prima pagina

Presentato il bando per l’assegnazione delle case popolari

L’assessore al sociale Anna Ferretti ha presentato il bando di concorso 2016 per l’assegnazione, in locazione, di alloggi di edilizia residenziale pubblica.

“Tra le novità introdotte dalla recente normativa – ha informato Ferretti – il maggior legame del richiedente con il territorio, in modo da avvantaggiare chi già vive o ha, comunque, contribuito al benessere della collettività nella quale si trova inserito. Occorre, infatti, che la persona sia residente o lavori nel territorio comunale e abbia la presenza nel territorio regionale da almeno cinque anni; mentre per gli extracomunitari sarà indispensabile il possesso della Carta di soggiorno o del Permesso di soggiorno biennale contestualmente ad un’occupazione lavorativa. Istituito, anche, un punteggio (2 punti) legato alla residenza o all’attività lavorativa (da oltre 10 anni) all’interno del nostro Comune”.

Gli appartamenti a disposizione per il 2016 sono circa 40, tra quelli che verranno riconsegnati e altri dove si devono terminare lavori di ristrutturazione, ai quali aggiungerne 24 collocati a S Miniato.

Fra i requisiti richiesti, oltre all’assenza di proprietà immobiliari anche in usufrutto, è stato introdotta la non titolarità di beni mobili come auto e moto per un valore complessivo superiore ai 25mila euro. Per auto e moto di pregio si sommano le varie proprietà dei componenti del nucleo familiare. Altra novità riguarda la non possibilità di partecipare al bando per coloro che hanno occupato abusivamente un alloggio pubblico negli ultimi 5 anni; mentre nulla osta per le coppie di fatto e le coppie ancora non conviventi purché costituiscano nucleo familiare (matrimonio o convivenza more uxorio) prima dell’assegnazione dell’alloggio, e le persone legate da vincoli affettivi o di reciproca assistenza, purché conviventi alla data della pubblicazione del bando.

“Aumentati i punteggi – ha proseguito – per i nuclei mono-genitoriali e per quelli con la presenza di invalidi; previsto un punteggio pari a 0,5 punti per anno (fino a un massimo di 5) per ogni anno continuativo di presenza nella graduatoria ERP, così da favorire coloro che da anni hanno presentato domanda senza ricevere l’alloggio; eliminati, invece, i punteggi per gli sfratti a causa di morosità. Infine una quota pari al 30% delle abitazioni con due vani sarà riservata alle giovani coppie e a quelle di futura formazione (meno di 34 anni e meno di 2 anni di matrimonio o convivenza e coabitanti con altra famiglia), alle famiglie di ultrasessantacinquenni e ai nuclei con almeno un componente in condizione di invalidità”.

Inoltre, gli assegnatari di alloggi ERP che volessero cambiare abitazione, per sopraggiunte nuove esigenze, potranno fare domanda anche in questo bando. <<La nuova normativa uscita nel 2015 – ha concluso l’assessore – prevede una sanatoria per gli alloggi di emergenza, infatti qualora gli affittuari da cinque anni risultino regolari nei pagamenti avranno l’assegnazione definitiva dell’abitazione. Ma anche una maggiore elasticità nei casi di morosità. Passa da due a sei mesi il periodo di morosità per innescare la procedura di rilascio. Se poi si tratta di morosità incolpevole (perdita di lavoro, ecc.) scatterà, comunque, la tutela da parte del Comune; in caso contrario sarà avviata la procedura di decadenza dal contratto e il recupero del debito, così come previsto anche dal Regolamento del LODE.

Una situazione quella della riscossione degli affitti che per il 2014 con i 3milioni e 34mila euro di fatturato ha registrato una morosità pari 316.596 euro, il 10% del totale che, su una media toscana del 14%, fa risultare la percentuale di Siena la seconda più bassa dopo Grosseto che si attesta al 5%.

Da tenere presente che nel LODE (l’organo di indirizzo politico per la gestione dell’edilizia residenziale pubblica di tutti i 36 Comuni della provincia di Siena), ben 1031 alloggi su 2533 sono nel Comune di Siena con affitti sociali mensili di 40 euro per 796 nuclei famigliari, un canone che non supera i 350 euro per 1.509 famiglie e un massimo di circa 400 euro per l’1% del totale delle locazioni.

Le domande devono essere presentate, a partire dal prossimo 25 febbraio, utilizzando esclusivamente i modelli distribuiti dall’Ufficio Relazioni con il Pubblico (U.R.P. – P.zza il Campo n. 7) o scaricabili dal sito del Comune: www.comune.siena.it nella sezione Patrimonio-Politiche abitative.

Debitamente compilate, sottoscritte e corredate dalla documentazione richiesta dovranno essere consegnate all’Ufficio posta in arrivo del Comune (Piazza il Campo n. 1), entro il 26 aprile 2016, oppure inviate per raccomandata A.R., sempre al Comune di Siena – P.zza del Campo n. 1 – 53100 Siena, farà fede il timbro dell’ufficio postale attestante la data di spedizione, o per PEC all’indirizzo comune.siena@postacert.toscana.it secondo le modalità riportate nel bando di concorso.

La graduatoria provvisoria sarà pubblicata nei quattro mesi successivi, chi è interessato avrà 30 giorni di tempo per presentare eventuali opposizioni.

Nei due mesi successivi la Commissione ERP del Comune di Siena valuterà i ricorsi, redigerà e pubblicherà la graduatoria definitiva.

Altra importante novità consiste che in sede di assegnazione dell’alloggio non verranno controllati, come in precedenza, solo i requisiti di partecipazione, ma anche la presenza di tutti i punteggi segnalati nella domanda. La mancata conferma dei requisiti al momento dell’assegnazione comporta la cancellazione della domanda dalla graduatoria definitiva, e la mancata presenza di uno o più punteggi di qualsiasi genere al momento dell’assegnazione determina la ricollocazione del richiedente in graduatoria con il nuovo punteggio riscontrato.

In caso di dichiarazioni mendaci oltre alle sanzioni amministrative e penali (D.P.R. n. 445/2000) con segnalazione all’Autorità Giudiziaria, si procederà all’esclusione dalla graduatoria ottenuta attraverso false dichiarazioni o documentazioni e all’annullamento dell’eventuale assegnazione ottenuta. Per la verifica dei requisiti e delle condizioni autocertificate il Comune potrà avvalersi della collaborazione della Guardia di Finanza, alla quale potranno essere trasmesse, in caso di certificazioni palesemente inattendibili o a campione, le domande presentate.

Per quanto riguarda, invece, l’emergenza abitativa le domande per l’aggiornamento della relativa graduatoria dovranno essere presentate entro il 30 giugno 2016.

Maggiori e più dettagliate informazioni contattando lo 0577/ 292443-369.

ASCOLTA L’INTERVISTA ALL’ASSESSORE FERRETTI

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena