Osservatorio Camera Commercio Siena: segnali di economia in affanno nel senese
7 Giu, 2017
camera-commercio-siena

E’ in uscita il report trimestrale ottobre/dicembre 2016 dell’Osservatorio Economico Provinciale della Camera di Commercio Siena dove si illustra lo stato di salute dell’economia locale e dove le Associazioni di Categoria hanno l’occasione di rendere note le loro percezioni per il primo trimestre 2017 partecipando alla sentiment analysis.

Le criticità maggiori sono individuate nel settore finanziario. Infatti nel trimestre in esame registriamo una diminuzione degli impieghi bancari provinciali del 2,3% mentre aumentano i depositi bancari del 1,4%. Ciò potrebbe significare che “non si investe”, ma si “risparmia”. Il calo è attribuibile soprattutto all’andamento dei finanziamenti al settore produttivo. Tutto ciò viene confermato anche dal “sentiment sull’economia provinciale” che segnala come critiche le condizioni di accesso al credito da parte delle imprese e addirittura ne prevede un ulteriore peggioramento per il secondo trimestre 2017. In aumento pure le sofferenze (crediti bancari la cui riscossione diventa incerta poiché i soggetti debitori si trovano in stato d’insolvenza).

Per quanto attiene il tessuto imprenditoriale, al 31 dicembre 2016, le imprese iscritte presso il Registro Imprese della Camera di Commercio di Siena scendono sotto la soglia limite di 29.000 aziende e per l’esattezza raggiungono quota 28.977 unità. Lo stock di imprese cala di 68 unità in termini assoluti rispetto al trimestre precedente e di 82 unità rispetto all’anno precedente.

Indicazioni positive, invece, giungono dall’analisi degli scambi commerciali con l’estero che registrano un incremento trimestrale del valore esportato pari a 4,9 milioni di Euro circa (su base annua 18 milioni di Euro in più). Le merci più esportate sono i “preparati e medicinali farmaceutici”: non a caso la chimica farmaceutica – settore di primaria importanza nel Manifatturiero – incrementa, nel IV trimestre 2016, sia la produzione che il fatturato.

Anche l’occupazione registra dati positivi: gli addetti sono aumentati di 1.046 unità raggiungendo pertanto la cifra di 117.581 occupati. I settori maggiormente in salute con incremento degli occupati sono l’agricoltura (+329) e il comparto turistico (+473).