Nuovi controlli antidroga nelle scuole, la Polizia al Bandini e al Piccolomini
15 Nov, 2016
polizia-controlli-scuola-2

La prevenzione è importante quanto il contrasto, sia al consumo che allo spaccio di sostanze stupefacenti.
Per questo la Polizia di Stato prosegue con i controlli nelle scuole Secondarie di secondo grado del Capoluogo e in provincia.
Questa mattina, un servizio coordinato dal dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della questura è stato attuato all’Istituto superiore Bandini di Siena, in presenza del dirigente scolastico e degli insegnanti, con le unità cinofile antidroga provenienti da Firenze.
Pando, il pastore tedesco della Polizia, si è dato da fare mettendosi al lavoro insieme alle pattuglie delle Volanti e ha setacciato circa dieci classi, tra quarte e quinte.
Dopo aver “annusato” gli alunni presenti è passato agli zaini e ai banchi all’interno delle classi, per poi estendere il controllo alle aree esterne, compresi bagni e corridoi.
Ad un certo punto, tra un banco e l’altro, è arrivato il segnale: il cane ha fiutato qualcosa. Subito i suoi colleghi sono andati a vedere di cosa si trattava e hanno trovato, dentro alla cartella di uno studente, una busta di plastica vuota dalla quale proveniva un chiaro odore di marijuana.
Il proprietario, un ragazzo di 16 anni, ha un po’ timidamente ammesso di consumare saltuariamente lo stupefacente.
Il giovane è stato rimproverato dai poliziotti che hanno cercato anche di fargli capire quanto male può fare l’uso di droghe, soprattutto a questa età, affidandolo poi alla vigilanza del preside con l’esortazione ad informare i genitori di quanto accaduto.
Dopo i controlli all’Istituto Bandini il cane poliziotto, un po’ stanco, si è concesso una meritata pausa fino all’orario di uscita degli alunni del Liceo Piccolomini.
Lì sono stati effettuati i controlli all’esterno delle due scuole senza trovare nulla di particolare.