Prima pagina

Novartis: un farmaco antinvecchiamento che migliora la qualità della vita

Un farmaco in uso per le cure tumorali potrebbe diventare la pillola della giovinezza. La rapamicina, farmaco in questione, ha infatti la capacità di rallentare l’invecchiamento come dimostrato da uno studio della Novartis di Siena e Boston insieme alla Stanford University in California e pubblicato sulla rivista Science Translational Medicine. Tra gli autori Giuseppe Del Giudice che lavora nei laboratori Novartis senesi. “Abbiamo dimostrato – ha spiegato ai microfoni di Antenna Radio Esse – che gli anziani che hanno ricevuto una dose sperimentale di rapamicina sviluppano il 20 per cento di anticorpi in più contro l’influenza in seguito al vaccino; inoltre che dopo la somministrazione del farmaco il loro sistema immunitario appare come ringiovanito, in particolare presenta un minor numero di cellule che ostacolano il buon funzionamento delle difese immunitarie”. Uno studio che fa sperare in nuove ricerche che riescano a sviluppare farmaci in grado di migliorare la qualità della vita degli anziani. Oggi sappiamo che una dose di rapamicina spegne “un interruttore molecolare” e così facendo  ringiovanisce il sistema immunitario del paziente dando speranze di ulteriori benefici.  “Credo che andremo in questa direzione. Questo studio è stato un po’ l’inizio di tutta la storia, è come quando si scava un tunnel e si rompe l’ultimo diaframma: ora il tunnel è percorribile, ma si dovranno fare delle valutazioni. Per esempio quello che ci aspettiamo è che questo trattamento possa ridurre le infezioni nell’anziano, cioè migliorando appunto la qualità di vita non solo del paziente trattato, ma anche di tutti quelli che gli stanno intorno”

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena