Monteriggioni, suona la campanella per 984 studenti. Più di 4000 tornano in classe a Poggibonsi
14 Set, 2016
studenti ingresso a scuola_800x545

“L’augurio da parte dell’Amministrazione Comunale è quello di un buon anno scolastico a tutti, ai nostri bambini, alle loro famiglie, al corpo docenti e a tutti il personale comunale e scolastico che si impegna a fornire ai nostri ragazzi tutti i servizi educativi necessari per un percorso di studio stimolante e che li possa aiutare a crescere nel migliore dei modi». Questo l’augurio di Silvana Hoti, assessore all’istruzione del Comune di Monteriggioni nel giorno in cui torna a suonare la campanella.

“Giovedì tornano in classe i bambini della scuola d’infanzia “Don Muzzi” di San Martino pronta ad accogliere 123 bambini, quelli della scuola “C.Collodi” di Castellina Scalo con un totale di 105 bambini e quelli della scuola di Quercegrossa “Pinocchio” con 70 bambini, di cui la metà è residente nei comuni limitrofi – aggiunge l’assessore Hoti – I bambini che frequentano le scuole primarie nel comune di Monteriggioni sono 220 alla scuola primaria “Don Muzzi” di San Martino e 181 di “G.Rodari” di Castellina Scalo. Per la scuola superiore del 2° “Dante Alighieri” saranno 285 gli alunni divisi rispettivamente in 11 sezioni con la presenza di alunni provenienti dai comuni limitrofi». Già avviate, invece, da inizio settembre, le attività dei nidi comunali “Merysol” di San Martino e “Il Cucciolo” di Castellina Scalo, accogliendo in totale 102 bambini divisi in tre sezioni ciascuno con una frequentazione a tempo pieno e a modulo: «Anche quest’anno le iscrizioni al nido sono in linea con lo scorso anno, dove le liste d’attesa sono azzerate e la graduatoria fluisce senza problemi – sottolinea l’assessore all’istruzione del Comune di Monteriggioni -. La tariffa annuale è ripartita per 10 rate mensili in base dell’ISEE (spalmate per 13 diverse fasce) e si prevede la riduzione di 50% per la frequentazione del secondo figlio. Grazie ad un finanziamento della Regione Toscana , in riferimento alla misura di propria competenza del PEZ (Piano Educativo Zonale) è stata stanziata per i nostri nidi una cifra considerevole per il prolungamento pomeridiano (fino alle ore 18.00), per gli inserimenti programmati ai bambini neo-arrivati , per sostenibilità genitoriale (incontri, consultazioni) e altre attività e interventi previsti al livello didattico. Per il prossimo anno è previsto la presenza del coordinatore pedagogico che sarà presentato a breve».

Con il ritorno a scuola gli studenti troveranno numerose migliorie. Durante l’estate, infatti, sono stati effettuati dei lavori di manutenzione e di miglioramenti in tutti i plessi. «Le misure di sostegno che l’amministrazione comunale ha adottato e continuerà ad effettuare per quest’anno scolastico sono molteplici – prosegue Hoti -. In primo luogo è stata nostra premura riattivare i servizi che vanno a favore della famiglia e le loro esigenze, come l’entrata anticipata e il prolungamento pomeridiano a tutti i livelli scolastici per far fronte agli impegni lavorativi e di vita dei genitori. Un altro aspetto da sottolineare è l’intervento che l’amministrazione ha previsto per le spese scolastiche delle famiglie attraverso un contributo (pacchetto scuola) per coloro che fanno domanda per poterne usufruire (circa 50 domande)». Sono stati approvati e confermati i progetti e le attività extrascolastiche che negli anni passati hanno dato risultati ottimali. A supporto della didattica «sono state acquistate 15 lavagne interattive multimediali per una cifra di 30.00 euro. Un altro tassello significativo della collaborazione tra scuola e amministrazione è dato dall’ultima Delibera della Giunta Comunale che ha fornito all’Istituto Comprensivo di Monteriggioni un cifra consistente di 21.000 euro per il sostegno e il supporto delle attività didattiche, per effettuare interventi mirati verso gli alunni disabili e riconfermare la presenza all’interno dell’Istituto delle figure utili e necessari come la psicologa e la dietista». A questo si aggiungono il servizio mensa e di trasporto «apprezzati da bambini, genitori e corpo docente per la qualità di servizio certificato dalle norme vigenti applicando le tariffe agevolate per tutte le fasce di ISEE. Il nostro obiettivo rimane sempre quello di rispondere e risolvere le richieste che il cittadino pone quotidianamente ma, allo stesso tempo migliorare, ottimizzare e realizzare nuovi servizi di avanguardia» conclude l’assessore Hoti.
Supera i quattromila il numero di studenti e studentesse, piccoli e grandi, che domani 15 settembre torneranno o siederanno per la prima volta sui banchi di scuola. “Auguro a tutti e a tutte loro un buon inizio e un buon anno scolastico – dice il Sindaco di Poggibonsi David Bussagli – Un augurio che coinvolge le famiglie e tutto il personale impegnato. Una comunità enorme e centrale nella crescita individuale e sociale. A Poggibonsi abbiamo una grande qualità diffusa nelle nostre scuole, legata al personale, alle strutture, all’impegno profuso, alla grande sensibilità delle famiglie, alla costante attenzione per i progetti educativi e i servizi. Dobbiamo avere cura tutti insieme di questo mondo perché è nella scuola, in primo luogo, che si pensa al domani e di costruisce il futuro”.

L’avvio dell’anno scolastico riguarderà a Poggibonsi una popolazione scolastica di oltre quattromila studenti compresi i più grandi dell’IIS Roncalli Sarrocchi. “Le scuole del territorio prendono il via con la copertura sostanziale dell’organico – dichiara l’assessore alle Politiche Educative Susanna Salvadori – purtroppo, come ovunque nel nostro paese, permangono le complessità legate alle immissioni in ruolo e all’organico dell’autonomia che di fatto rappresentano una problematica nazionale”.

“Faccio i miei auguri a tutti, studenti, personale, famiglie – prosegue Salvadori – Che sia per tutti voi un anno interessante e denso di occasioni di conoscenza, di curiosità, di divertimento e di crescita”.

I numeri nel dettaglio. Saranno 2702 gli studenti che torneranno sui banchi della scuola dell’infanzia, elementare e media statale, fra Istituto Comprensivo 1 e 2. Di questi, 484 frequenteranno la scuola dell’infanzia, 1351 saranno alle scuole elementari e 867 alle medie. Numeri sostanzialmente stabili rispetto all’anno passato se pur con una crescita di circa dieci studenti (l’anno passato erano 2692). In particolare è la scuola media che passa da 848 a 867. Ai 2702 studenti delle statali si aggiungono i bambini e le bambine che frequentano (hanno iniziato nei giorni scorsi) i servizi comunali, nidi e infanzia, e che sono già tornati in attività (sono 251). Vi sono poi i 99 bambini e bambine che frequentano le due scuole dell’infanzia paritarie convenzionate (Umberto I e Vittorio Veneto) e i 65 piccoli presenti nei tre asili nido privati (Ape Maya, Scarabocchio e i Cuccioli). A completare il quadro gli studenti e le studentesse ‘grandi’, ovvero gli oltre mille ragazzi e ragazze che torneranno ad animare il Roncalli-Sarrocchi.

Lavori e manutenzioni ‘estive’ per oltre 700mila euro. Molteplici sono gli interventi che hanno interessato gli edifici scolastici del territorio nel periodo estivo. Fra questi la copertura della scuola dell’infanzia e dell’asilo nido di via Sangallo e il rifacimento delle sottofondazione della scuola elementare Vittorio Veneto. “Un investimento complessivo di quasi 600mila euro – dice Bussagli – nel settore dell’edilizia scolastica che per noi è prioritario. Fra poche settimane si completerà anche l’intervento sulle Vittorio Veneto dove l’attività ripartirà comunque in totale sicurezza in quanto il cantiere non ne preclude lo svolgimento, anche grazie ad una serie di accorgimenti condivisi con la scuola. Ringraziamo per questo il dirigente scolastico come ringraziamo tutto il corpo docente, le famiglie e gli alunni”. Lo slittamento nella conclusione dell’intervento si è determinato per le particolari caratteristiche dei luoghi nonché per ulteriori lavori che si è reputato necessario e utile eseguire, come la demolizione e la ricostruzione di alcune pareti interne e il rinnovo di impianto elettrico e cablatura.

Accanto agli investimenti più imponenti tanti sono stati anche i piccoli accorgimenti per un investimento complessivo di circa 150mila euro. I lavori di imbiancatura hanno interessato alcuni locali delle elementari Pieraccini e Vittorio Veneto, della media Leonardo da Vinci di Poggibonsi e di Staggia, della materna di via Borgaccio. Sono stati inoltre effettuati lavori all’impianto di condizionamento del Centro Provinciale Istruzione Adulti a Salceto e all’impianto di riscaldamento presso la scuola Bernabei di Staggia. Interventi migliorativi hanno interessato i bagni maschili della Leonardo da Vinci mentre opere di manutenzione hanno riguardato la palestra della scuola Marmocchi, la scuola Pieraccini e la Leonardo da Vinci. A questo si aggiungono nuovi banchi per alcune classi, materassini per i nidi, attrezzature utili per bambini con disabilità, fra cui un montascale con pedana polifunzionale, nonché altri arredi le cui necessità sono state condivise con le dirigenze scolastiche. E’ stato inoltre realizzato il percorso pedonale presso la scuola media Leonardo da Vinci a Staggia. Ai nastri di partenza la manutenzione di una parte del tetto del CPIA e, ultimo intervento deliberato, la sostituzione delle caldaie alla materna di via Borgaccio e della primaria Bernabei di Staggia. Un intervento quest’ultimo che sarà realizzato con un investimento di quasi 90mila euro. Di prossima realizzazione il potenziamento dell’approvvigionamento idrico a Cedda e il nuovo cancello pedonale al nido Rodari. “Il nostro impegno su questo fronte – dice Bussagli – è a 360° e riguarda sia le strutture esistenti sia progettualità di medio e lungo periodo come emerge con la scuola innovativa che ci vede vincitori del bando”.

Il Sindaco Bussagli sarà presente domani a salutare l’avvio dell’anno scolastico insieme all’assessore alle Politiche Educative Susanna Salvadori e ai dirigenti degli Istituti Comprensivi Manuela Becattelli e Fabio Pacini.