Maltempo: allerta meteo di codice arancione. La Valdichiana sarà la zona più colpita
14 Set, 2016
maltempo auto_800x570

Il Centro Funzionale della Regione ha emesso un allerta meteo codice arancione per forti temporali e rischio idrogeologico ed idraulico dalle ore 7.00 di domani, giovedì 15 settembre, fino alla mezzanotte. E’ in arrivo una forte perturbazione in arrivo dalla Francia che interesserà la regione a partire già dalla mezzanotte per poi intensificarsi la mattina di domani.
Dopo una relativa pausa nella notte tra giovedì e venerdì, la seconda parte della perturbazione interesserà la regione nella giornata di venerdì con ulteriori forti temporali sparsi. I forti temporali inizialmente si verificheranno lungo la fascia costiera per poi estendersi su gran parte della regione. Associati anche a violenti colpi di vento e grandinate, porteranno precipitazioni molto intense e persistenti in particolare su tutta la costa, ma saranno possibili anche nell’entroterra dove il codice di allerta previsto è giallo.

Per quanto riguarda la provincia di Siena la zona più colpita dalle precipitazioni, secondo le previsioni, è la Valdichiana: temporali di forte intensità interesseranno in particolare il territorio dei comuni di Cetona, Pienza, San Casciano dei Bagni, Sarteano e Trequanda.

Anche Chiusi, Chianciano Terme, Montepulciano, Sinalunga e Torrita di Siena saranno raggiunti dalla perturbazione ma le piogge, secondo le previsioni, saranno meno abbondanti.

Il periodo di allerta meteo ha inizio dalla mezzanotte di giovedì mentre la fase di maggiore intensità dei fenomeni è collocata tra le 7.00 di giovedì mattina e la notte seguente.

Fermo restando le indicazioni delle amministrazioni comunali si ricorda, in via generale, la necessità di evitare durante l’allerta ambienti all’aperto o zone esposte al rischio quali corsi d’acqua, creste di monte, zone depresse nonché, in caso di evento, la necessità di cercare riparo in luoghi chiusi evitando comunque scantinati e locali al di sotto del piano di campagna.
Si raccomanda di mantenersi a distanza quanto più possibile da pali, alberi e tralicci con tensione che potrebbero attrarre fulmini, di non sostare sotto alberi o strutture pericolanti che potrebbero cadere a causa delle raffiche di vento, e di evitare di attraversare ponti che sono interessati da una piena del corso d’acqua, e spostarsi in auto solo per quanto strettamente necessario, prestando la massima attenzione nei sottopassaggi. Per ogni ulteriore informazione e per gli aggiornamenti della situazione in atto far riferimento alla Protezione Civile del proprio Comune e al sito regionale.