L’Istituto Ricasoli amplia la sua offerta formativa
23 Gen, 2017
Scuola Istituto agrario Ricasoli serra

Tre scuole in ambito agricolo, vitivinicolo, enogastronomico e ricettivo, una scuola enologica unica in Toscana e un’alternanza scuola-lavoro per dare concretezza al futuro dei giovani studenti, a partire da un’azienda agraria annessa alla scuola e da altre esperienze sul territorio. E’ questa l’offerta formativa proposta dall’Istituto d’istruzione superiore statale ‘Bettino Ricasoli’ di Siena, che si fa in tre affiancando all’Istituto Tecnico Agrario – con sede storica a Scacciapensieri – l’Istituto per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera, avviato nel 2011 e oggi con sede a Colle di Val d’Elsa, e l’Istituto professionale per l’agricoltura e lo sviluppo rurale, in partenza a Montalcino dal prossimo anno scolastico.

L’Istituto ‘Bettino Ricasoli’ ha assunto questo nome dall’anno scolastico 2013-2014, quando ha riunito il diploma in agraria, agroalimentare e agroindustria con quello in enogastronomia e ospitalità alberghiera. Allo stato attuale, l’istituzione scolastica conta circa 740 studenti, 125 docenti, 21 unità di personale non docente e 12 tecnici di laboratorio.

I tre indirizzi. L’Istituto Tecnico Agrario propone tre trienni di specializzazione dopo un biennio comune, in produzioni e trasformazioni, gestione dell’ambiente e territorio e viticoltura ed enologia. Il primo riguarda l’organizzazione delle produzioni animali e vegetali, le loro trasformazioni e commercializzazione e l’utilizzo di biotecnologie in campo agrario. Il secondo approfondisce la conservazione e la tutela del patrimonio ambientale, mentre il terzo l’organizzazione di produzioni vitivinicole, le trasformazioni e commercializzazione e l’uso di biotecnologie in ambito enologico.

Il diploma di enotecnico, unico in Toscana. Il ‘Ricasoli’ ospita anche l’unica scuola enologica presente in Toscana, che offre ai diplomati in viticoltura ed enologia dell’indirizzo “Agraria, agroalimentare e agroindustria”, provenienti anche da altri Istituti Tecnici Agrari, la possibilità di conseguire, con un altro anno di studi, il diploma di specializzazione come enotecnico. Le esercitazioni pratiche degli studenti vengono effettuate nell’Azienda agraria ‘La Selva’, annessa all’Istituto, dove vengono prodotti vino e olio e coltivati frutta, ortaggi e piante. Il corso permette di approfondire le competenze richieste dal mondo del lavoro, perfezionare la preparazione scientifica ed effettuare stage e visite in realtà vitivinicole sia in Italia che all’estero.

L’Istituto Professionale per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera. Il percorso formativo a Colle di Val d’Elsa prevede un biennio comune e un triennio di specializzazione in enogastronomia e accoglienza turistica per formare professionisti nella valorizzazione e trasformazione dei prodotti enogastronomici e nella gestione e organizzazione di servizi di accoglienza turistico-alberghiera di qualità. L’Istituto dispone di laboratori di cucina, sala bar e ricevimento di recente inaugurazione e ha una sede anche all’interno della Casa di reclusione di Ranza, a San Gimignano, dove promuove attività didattiche e formative.

L’Istituto Professionale per l’agricoltura e lo sviluppo rurale che partirà a Montalcino punta, invece, a formare ‘professionisti dell’agricoltura’ in un territorio universalmente conosciuto per la forte vocazione vitivinicola, quale è Montalcino. L’obiettivo è formare figure professionali con una preparazione tecnico-pratica qualificata nel settore agroalimentare e, in particolare, nella filiera vitivinicola, favorendo la sinergia con tutti i soggetti interessati alla valorizzazione del territorio e delle sue eccellenze.
L’Azienda agraria ‘La Selva’ annessa all’Istituto ‘B. Ricasoli’ si estende per 47 ettari, di cui 9 destinati a vigneto, e comprende circa 2.500 olivi per la produzione di olio extravergine d’oliva. L’azienda dispone anche di alcuni frutteti, due serre climatizzate e una fredda, un orto, una lecceta di alto fusto, un piccolo bosco ceduo e una forestazione da legno e seminativi. L’azienda ospita le esercitazioni pratiche degli studenti, le attività di alternanza scuola-lavoro e tutte le operazioni legate al ciclo produttivo delle colture. Tutti i prodotti vengono venduti sui mercati locali e nel punto vendita interno all’Istituto.

L’Istituto Tecnico Agrario dispone anche di una cantina interna in cui vengono trasformate tutte le uve prodotte, con attrezzature necessarie per la vinificazione in bianco e in rosso e una linea di imbottigliamento che permette di realizzare l’intero ciclo del processo produttivo. L’azienda comprende un campo sperimentale nell’ambito del progetto “Senarum vinea”, che ospita una collezione di antichi vitigni autoctoni (noti e ignoti) recuperati nella città di Siena. La cantina produce Chianti Colli Senesi DOCG, IGT Toscana di cui i tre rossi Scacciapensieri, Quartorosso e Classe’52, il bianco Terzo delle Rose, e un IGT rosato ottenuto da Sangiovese vinificato in bianco. La riscoperta delle varietà autoctone riguarda anche le piante da frutta, con il frutteto piantato nel 2016 e costituito interamente da antiche varietà abbandonate e recentemente recuperate.

Alternanza scuola-lavoro. L’offerta formativa dell’Istituto ‘B. Ricasoli’ di Siena punta molto sull’alternanza scuola-lavoro, favorendo un rapporto sempre più stretto con il territorio. Un elemento che trova piena corrispondenza con gli obiettivi dei tre indirizzi compresi nell’Istituto d’istruzione superiore ‘B. Ricasoli’, grazie anche ad accordi di rete con altre scuole, centri di formazione professionale accreditati e imprese.

Rapporti con il territorio. Durante l’anno il ‘Ricasoli” si apre alla città con iniziative quali ‘Benvenuto novello’, nel mese di novembre, che propone la presentazione dei vini novelli prodotti da aziende del territorio e introdotti alla degustazione dagli studenti del corso di enologia dell’Istituto; la Giornata Enologica, che si svolge ogni anno in prossimità della chiusura delle attività didattiche aprendo la scuola alla città e coinvolgendo anche gli studenti dell’Istituto enogastronomico di Colle di Val d’Elsa; pranzi, cene, aperitivi a tema e iniziative simili presso lo stesso Istituto enogastronomico, con preparazione del menù, della tavola e del servizio di accoglienza da parte degli alunni.

La storia dell’Istituto ‘B. Ricasoli’. La scuola è nata nel 1952 come Istituto Professionale per l’Agricoltura ed è diventata Istituto Tecnico Agrario nel 1975. Nel 1980 ha ottenuto la specializzazione in viticoltura ed enologia e, ancora oggi, è l’unico istituto agrario in Toscana ad averla. In Italia le scuole enologiche sono 11.

“Il ‘Ricasoli’ – ha detto Tiziano Neri, dirigente scolastico dell’Istituto – rappresenta da anni un soggetto importante nella formazione dei ragazzi. La scuola offre opportunità trasversali in settori strategici per l’economia e lo sviluppo del territorio, contando su una sinergia con realtà locali che permette di fare esperienza sul campo e di gettare le basi per un futuro concreto nel settore di studio, rimanendo vicini a casa o andando a lavorare in altre regioni e Paesi del mondo come professionisti specializzati. La scuola è cresciuta come Istituto Tecnico Agrario, specializzandosi in ambito agricolo e vitivinicolo. Da alcuni anni ci siamo rafforzati nel settore enogastronomico e ricettivo con l’Istituto di Colle di Val d’Elsa. Per dare ulteriori risposte alla valorizzazione del territorio provinciale e delle sue numerose eccellenze in campo agroalimentare, abbiamo sostenuto l’avvio del nuovo Istituto Professionale a Montalcino, che prenderà il via dal prossimo anno puntando a formare ‘professionisti dell’agricoltura’”.

Informazioni. Per approfondire l’intera offerta formativa dell’Istituto d’istruzione superiore statale ‘Bettino Ricasoli’ di Siena, è possibile consultare il sito www.iisricasoli.it.