Il Siena Calcio Femminile vince la Coppa Toscana
28 Apr, 2016
siena calcio femminile vince coppa toscana

La Coppa Toscana prende la strada di Siena. Per la seconda volta nella sua storia, il Siena Calcio Femminile alza al cielo il prestigioso trofeo, inscrivendo nuovamente il suo nome all’albo dopo il successo del 2012.
Un traguardo lottato, sudato fino all’ultimo. Un piccolo capolavoro di cui Valentina Fambrini, un pezzo di storia del calcio femminile senese, è nuovamente protagonista. Per la prima volta, da allenatrice.
Attorno a lei, un gruppo di ragazze che l’hanno seguita ciecamente, in questi mesi, ascoltando le sue parole ed i suoi insegnamenti, facendone tesoro e divenendo, partita dopo partita, sempre più forti. Sempre più complete. Sempre più … calciatrici.
Era la prova di maturità della truppa bianconera questa finale, contro lo spauracchio, quel Castelfranco imbattuto in Campionato dove aveva sottratto, per soli tre punti, il titolo al Siena. Negli ultimi sessanta minuti di questa stagione c’era da mettere in campo tutto: la bravura e la tecnica, ma anche la grinta, la rabbia, la voglia di vincere e di dimostrare che Siena valeva l’avversario, e meritava di sollevare la Coppa.
Tutto questo, in campo, lo si è visto in verità sin dall’inizio. Prima azione, Siena a capofitto in avanti con Monnecchi, contrastata dalla marcatura asfissiante di De Martino; la sfera schizza fra i piedi di Daria Orlandini, in proiezione offensiva: destro secco, e la rete si gonfia.
L’entusiasmo senese è grande, ma anche breve: al 3’, infatti, Torrigiani fugge sul fondo e, da posizione defilata, beffa Brogi con un tiro cross che spiazza il bravo portiere bianconero. 1-1, e tutto da rifare.
La rete è una iniezione di fiducia per le gialloblu, che in questa fase spingono maggiormente, ma Brogi sulla punizione di De Martino abbassa la saracinesca, deviando la traiettoria indirizzata al sette. Una saracinesca destinata a rimanere serrata. Le bianconere, intanto, tornano a strappare applausi al 18’: Monnecchi serve Lena Orlandini, che di testa chiude il triangolo lanciando in profondità la numero 10, pallonetto a scavalcare Fargione in uscita che si spegne di un soffio sopra la traversa.
Nella ripresa, primo acuto bianconero, con Di Tella che va al tiro, di poco a lato. Al 29’ è Tordini ad ispirare, con una grande azione personale sulla fascia sinistra, il cross è un invito a nozze per Ciompi, ma Fargione ci arriva con la punta delle dita impedendo alla numero 13 il tap in vincente. Al 38’, è invece la compagine valdarnese ad avere una doppia palla gol: prima Dehima, lanciata in profondità, prova il diagonale da posizione favorevole ma non inquadra la porta. Poco dopo, Torrigiani a botta sicura vede il suo tiro deviato sul palo da Piras, quindi Pieri si immola respingendo il secondo tentativo dell’attaccante gialloblu. In chiusura di tempo, Ciompi ha un’altra palla gol per il Siena sulla corta respinta di Fargione, ma non centra il bersaglio grosso.
Nel terzo tempo, dopo un primo brivido al 43’, non giungono più pericoli dalle parti di Brogi, e le senesine mettono alle corde le avversarie. Al 49’ Fargione dimostra ancora tutto il suo valore, respingendo un primo tiro di Monnecchi ed opponendosi poi d’istinto alla ribattuta da pochi passi di Tordini. Al 56’ ci prova da fuori area Fantozzi, il tiro è insidioso e rimbalza di fronte all’estremo difensore pisano, che ancora una volta è attento e di riflesso devia con la punta delle dita sopra la traversa.
Così, la sfida infinita di questa stagione, sull’asse Siena-Castelfranco, si decide ai calci di rigore.
E’ del Siena il primo tentativo, con Tordini che si fa però ipnotizzare da Fargione. Brogi, tuttavia, va a prendere una palla diretta all’angolino, lanciando un chiaro segnale alle avversarie. Piras, prima stagione in bianconero, difensore roccioso cui sinora è mancato solo il gol, si presenta sul dischetto e, con la freddezza di un veterano, realizza. Prima rete stagionale; quella più importante. Anche perché De Martino, dopo di lei, spara alle stelle, consegnando il vantaggio al Siena. Un piccolo vantaggio, il cui peso però va man mano aumentando, mentre Brogi respinge ad uno ad uno tutti i tentativi avversari. Fargione non è da meno, si arriva così all’ultima esecuzione sull’incredibile punteggio di 1-0 per il Siena. Manca l’ultimo mattone, che è nelle mani di Brogi, contro Dehima. Il tiro è angolato. Troppo angolato. Il portierone senese intuisce, ma non deve neppure intervenire. Per le bianconere e lo staff, in campo, e per i sostenitori in tribuna, è già partita la festa. E la Verbena, che risuona ormai alta nel cielo di Firenze.
SIENA CALCIO FEMMINILE 2015/16 – Costanza Brogi; Daria Orlandini, Emma Piras, Caterina Margheriti (C), Chiara Pieri, Carlotta Resciniti, Nicole Di Tella, Maria Chiara Fantozzi, Eleonora Mariotti, Lena Orlandini, Selvaggia Tordini, Margherita Monnecchi, Blerinda Ciompi, Susie Benelli, Arwen Ayres.
Staff Tecnico: Dirigente Responsabile Mickey Balducci, Allenatore Valentina Fambrini, Preparatore Portieri Lucrezia De Risi, Dirigente Accompagnatore Massimiliano Melani.

Mickey Balducci

Siena C.F. – Castelfranco C.F. 1-1 (2-1 d.c.r.)
Siena C.F. – Brogi; Daria Orlandini, Piras, Margheriti (C), Pieri, Resciniti, Di Tella, Fantozzi, Mariotti, Lena Orlandini, Tordini, Monnecchi, Ciompi.
Castelfranco C.F. – Fargione, Cerone, De Martino, Torrigiani, Scarpellini, Dehima, Passarini, Nebbiai.
Marcatrici – 1′ Daria Orlandini, 3′ Torrigiani
SEQUENZA CALCI DI RIGORE – Prima Siena, Poi Castelfranco
Tordini Parato – CASTELFRANCO Parato
Piras GOL – CASTELFRANCO Alto
Fantozzi Parato – CASTELFRANCO Parato
Di Tella Alto – CASTELFRANCO Parato
Margheriti Parato – CASTELFRANCO Fuori