Prima pagina

Il Ministero degli Esteri della Germania concede un contributo al Cantiere d’Arte di Montepulciano

Il Ministero degli Esteri della Repubblica Federale di Germania ha concesso un contributo economico di 50 mila euro a sostegno del 44° Cantiere Internazionale d’Arte. La notizia è arrivata da Berlino nell’immediata vigilia della manifestazione che si articola tra Montepulciano e la Valdichiana fino al 28 luglio, proponendo 47 spettacoli, tra opera, musical, concerti sinfonici, teatro, danza, musica da camera, happening.

La sovvenzione viene erogata tramite l’Ambasciata di Germania a Roma. L’intervento finanziario è finalizzato alla copertura dei costi per la logistica e l’ospitalità degli artisti internazionali che sono protagonisti al Cantiere Internazionale d’Arte. L’obiettivo è quindi quello di promuovere gli scambi transnazionali e la circuitazione di musicisti e performer tra i diversi paesi europei. La rassegna di Montepulciano porta sulle scene oltre 500 artisti, la metà dei quali provengono dall’estero. In particolare è solido il legame con la Germania: fu infatti il compositore tedesco Hans Werner Henze a immaginare nel 1975 una manifestazione di animazione politico-sociale proprio nel cuore della Toscana, così come è tedesco l’attuale direttore artistico, il maestro Roland Böer.

L’ambasciatore di Germania, Viktor Elbling, presenziando al Concerto dell’Amicizia che è stato il prologo del 44° Cantiere, lo scorso 11 luglio alla Chiesa del Gesù a Montepulciano, ha ricordato che in questo momento storico la cultura è il vincolo più vigoroso per mantenere il dialogo tra gli stati europei: “Il Cantiere Internazionale d’Arte è un chiaro esempio di cooperazione che attua grazie alla condivisione dell’arte”.

Michele Angiolini, Sindaco di Montepulciano, sottolinea l’importanza dell’evento: “Ci piace considerare questa esperienza come un modello da proiettare in ambito continentale, per elevare il sostegno reciproco tra Stati e comunità ad autentico valore fondante dell’Europa. Per Montepulciano si tratta poi di un’ulteriore conferma di quanto una visione realmente internazionale della sua azione in campo culturale dia frutti che vanno a vantaggio dell’intera collettività: è una strada intrapresa da anni, proprio con il Cantiere, da continuare a percorrere con costante convinzione”.

La Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte, con la presidente Sonia Mazzini, rivendica il prestigio culturale del progetto: “I linguaggi delle arti sono universali e ci insegnano a superare i confini, geografici e culturali, invitandoci a convivere e a promuovere la creatività insieme a chi parla una lingua diversa dalla nostra; se lo stato tedesco supporta il nostro programma di attività è perché il Cantiere Internazionale d’Arte continua ad esprimere il suo blasone ben oltre il panorama italiano, mantenendo e rafforzando relazioni con molteplici soggetti del segmento culturale europeo”.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

ESTRA NOTIZIE

Ad
Ad

Meteo

Meteo Siena