I giovani riscoprono la campagna, è lì il loro futuro
16 Mar, 2017
scuola-istituto-agrario

Crescono i giovani che preferiscono la campagna al lavoro di ufficio. C’è un ritorno all’agricoltura grazie anche all’incentivo governativo della Banca della terre agricole nazionali, appezzamenti di terreno in vendita con incentivi agli under 40 per coltivarli. Il mestiere dell’agricoltore oggi non si improvvisa e i giovani che scelgono questa professione sono spesso o diplomati o laureati in agraria. “Indubbiamente c’è un’attenzione particolare a questo settore da parte dei giovani e delle famiglie che apprezzano questo percorso formativo che porta alla professione di ‘tecnico della campagna’ – ha spiegato ad Antenna Radio Esse Paolo Brogioni che per l’Istituto Agrario Ricasoli si occupa del rapporto scuola-lavoro -. Non a caso ultimamente abbiamo intrapreso con il comune di Montalcino una nuova iniziativa che ci porterà ad aprire una nuova scuola per rispondere alle esigenze del territorio. Sono attività che oggi hanno una prospettiva di lavoro appetibile, consideriamo che i diplomati degli Istituti agrari, e Siena non fa eccezione, hanno la più alta percentuale di collocamento nel mondo del lavoro rispetto a tutti gli altri istituti tecnici”.