Giornata Enologica al ‘Ricasoli’: riflettori accesi sui progetti degli studenti
13 Giu, 2017
Giornata Enologica - anni scorsi (1)

Un progetto per mettere a confronto vini diversi e dimostrare che da condizioni climatiche molto differenti si possono ottenere vini con caratteristiche comuni. E’ quello con cui la classe VE2, specializzazione in viticoltura ed enologia dell’Istituto tecnico agrario ‘Bettino Ricasoli’ di Siena, ha vinto la ‘XXV Giornata enologica’ promossa nei giorni scorsi dall’Istituto a chiusura dell’anno scolastico.

Il progetto ‘Meet wine, meet differences’ ha ottenuto la migliore valutazione della giuria, chiamata a giudicare altri tre progetti presentati da altrettante classi quinte dell’Istituto tecnico agrario senese: il primo era dedicato alle varietà di olio, alle tecniche di raccolta e alle malattie dell’olivo, arricchito da una degustazione di olii monovarietali e gelato all’olio; il secondo proponeva la realizzazione di orti e giardini verticali, mentre il terzo era dedicato ai vini fortificati prodotti in Francia, Italia, Portogallo e Spagna.

La ‘Giornata Enologica’ ha rappresentato, come ogni anno, l’occasione per aprire al pubblico le porte della scuola e far conoscere le attività sviluppate dai ragazzi durante l’anno scolastico. Alla festa di fine anno si è unito un momento di confronto sul ruolo formativo dell’alternanza scuola-lavoro nel percorso di studi, al centro del convegno che si è svolto all’Accademia dei Fisiocritici di Siena ricordando anche la nascita della ‘Giornata Enologica’ nel 1993.

L’Istituto d’istruzione superiore statale ‘Bettino Ricasoli’ riunisce due scuole: l’Istituto tecnico agrario, con sede a Siena, e l’Istituto professionale per l’enogastronomia e per l’ospitalità alberghiera, a Colle di Val d’Elsa. L’Istituto ‘B. Ricasoli’ è l’unica Scuola enologica in Toscana, che offre ai diplomati in viticoltura ed enologia, provenienti anche da altri Istituti Tecnici Agrari, la possibilità di conseguire, con un sesto anno di studi, la qualifica di Enotecnico. Il panorama formativo dell’istituto senese è completato dalla sede carceraria dell’Istituto enogastronomico all’interno della Casa di reclusione di Ranza, a San Gimignano.