Prima pagina

GdF, il bilancio di un anno: scoperti 139 “finti poveri”

La Guardia di Finanza di Siena ha celebrato oggi il 244° anniversario di fondazione, con una cerimonia che, secondo espresse direttive del Comando Generale del Corpo, e in coerenza con gli altri eventi provinciali nella Regione Toscana, ha avuto un carattere interno. Il Comandante Di Salvatore nel suo saluto ha elencato le operazione compiute dal corpo durante l’ultimo anno e mezzo. Tra i risultati raggiunti, per quanto riguarda la lotta all’evasione e alle frodi fiscali, la denuncia 122 persone per reati fiscali, l’individuazione di 12 casi di frodi all’IVA e 9 datori di lavoro che hanno impiegato 31 lavoratori in nero o irregolari. Sul versante della tutela della Spesa Pubblica, deferire/segnalare 54 soggetti per violazioni penali ed amministrative relative a casi di peculato per un valore di oltre 1,3 milioni euro ed illegittima percezione di contributi che hanno superato i 2,1 milioni di euro. Sono stati altresì riconosciute inefficienze e sprechi di risorse da parte di persone che, operando nel pubblico, hanno procurato danni all’erario: nell’ultimo anno e mezzo le Fiamme Gialle senesi ne hanno individuate 31, resesi responsabili di un danno erariale da oltre 2 milioni di euro. A fianco di tali illeciti più rilevanti, non mancano quelli per importi minori ma non per questo meno gravi: è il caso dei 139 “finti poveri” scoperti per aver irregolarmente ottenuto agevolazioni e prestazioni assistenziali non spettanti. I risultati ottenuti in tale ambito sono significativi: quasi il 90% dei controlli svolti ha evidenziato irregolarità. Sono stati individuati 5 casi di usura che hanno portato alla denuncia all’A.G. di 14 soggetti e l’effettuazione di sequestri per 228.000 euro.
La Guardia di Finanza è stata fortemente impegnata anche nel contrasto al “mercato del falso”: 73 sono stati gli interventi a tutela della sicurezza dei consumatori e dei marchi registrati, con la denuncia all’Autorità Giudiziaria di 21 soggetti. Oltre 566.800 sono stati i prodotti contraffatti/insicuri sottoposti a sequestro, tra cui giocattoli, capi ed accessori di abbigliamento, borse, calzature, cosmetici, accessori per la telefonia, incisioni , stampe e litografie false, oggetti antichi, profumi e accessori. Di notevole rilievo è stata l’attività svolta nel settore delle frodi agroalimentari, con il sequestro di oltre 124.200 litri di vini e spumanti, per un valore di circa 2 milioni di euro.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena