Furto di energia elettrica, denunciata 60enne
22 Giu, 2017

Una donna di sessant’anni è stata denunciata dai Carabinieri di Castelnuovo Berardenga per furto di energia elettrica. La società che ne gestisce l’erogazione aveva da tempo rilevato in quell’isolato della cittadina del Chianti, consumi eccessivi rispetto a quanto registrato dai sistemi elettronici di rilevamento. Si trattava di andare a comprenderne le cause. I tecnici intervenuti, in collaborazione coi militari della locale Stazione dell’Arma, visitando i vari condomini, finivano per rivolgere le loro attenzioni su un contatore che era stato bloccato nel febbraio scorso per prolungata insolvenza dei titolari del contratto. Gli abitanti di quell’appartamento, intestato a una società, da molto tempo non pagavano le bollette. Avevano però trovato il metodo per superare il problema della mancata erogazione, bypassando il contatore con un ingegnoso artificio, tanto da poter continuare a fruire della somministrazione di energia, continuando a non pagare nulla. Individuato il contatore e svelato il metodo fraudolento, i carabinieri redigevano una dettagliata informativa di reato per furto di energia elettrica, depositata alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siena. La persona denunciata è la legale rappresentante della società che gestisce quell’immobile. Ulteriori accertamenti verranno svolti per comprendere chi materialmente ha manomesso quel contatore. Di sicuro si è potuto calcolare un danno di circa duemila euro a carico della società elettrica.