Formazione e lavoro: tecnici delle biotecnologie crescono. Primo corso a Siena dell’ITS Vita
19 Gen, 2016
vetrino

Siena sempre più terra di formazione e di opportunità di lavoro nel settore delle biotecnologie. Partirà entro il mese di febbraio il corso per diventare “Tecnico superiore per la ricerca e lo sviluppo di prodotti e processi a base biotecnologica”, promosso dall’Istituto Tecnico Superiore (ITS) Nuove Tecnologie della Vita. Per presentare le domande c’è tempo fino a lunedì 8 febbraio. Dalla successiva selezione verranno scelti 24 studenti, che seguiranno un percorso di studio di due anni, articolato in 1.200 ore di corso e 800 ore di stage in azienda.

Il nuovo corso ITS Vita, che si chiama “Probits”, formerà operatori specializzati nello studio, ricerca, sviluppo e produzione di molecole. Gli studenti saranno formati per seguire la formulazione di prodotti applicando metodi e processi tradizionali e innovativi, intervenendo nella valutazione dell’impatto ambientale degli impianti e delle emissioni, per garantire l’ecosostenibilità dei processi e dei prodotti. L’Istituto di Istruzione Superiore “Tito Sarrocchi” e il Polo scientifico universitario di San Miniato saranno le sedi principali dove si svolgerà il corso e importanti aziende del territorio toscano tra cui GSK Vaccines, Menarini, Kedrion e Corima, socie della Fondazione ITS, si sono già rese disponibili a ospitare gli stage.

Un percorso che guarda da vicino il mondo del lavoro. Secondo i dati del Miur, quasi l’80 per cento dei diplomati negli Istituti Tecnici Superiori, a un anno di distanza dal conseguimento del titolo, ha un contratto di lavoro. Un’opportunità che in Toscana e a Siena si rafforza in virtù dell’alta concentrazione di aziende nel settore farmaceutico e biotecnologico e per la presenza di università, centri di ricerca e incubatori qualificati. Il corso, riservato a ventiquattro partecipanti, è aperto a giovani in possesso di diploma superiore, con età compresa tra i 18 e i 30 anni. La frequenza alle lezioni è obbligatoria e, una volta terminato il percorso di studio e superato un esame di verifica delle competenze, ai partecipanti sarà rilasciato il diploma di “Tecnico superiore”, che corrisponde al V livello della classificazione europea delle qualifiche per l’apprendimento permanente (EQF) e costituisce titolo per l’accesso ai concorsi pubblici.

I soci della Fondazione sono 21. Per rispondere ai fabbisogni formativi più strettamente collegati alle esigenze dei territori, gli ITS sono progettati e gestiti da soggetti associati in forma di Fondazione di partecipazione. La Fondazione ITS “Nuove tecnologie per la Vita” ha tra i soci Fondazione Toscana Life Sciences (soggetto coordinatore); le Università di Siena, di Pisa e di Firenze; le Province di Siena e Pisa; il Comune di Siena; l’Istituto di Istruzione Superiore “Benvenuti Cellini” di Firenze e L’Istituto di Istruzione Superiore “Sarrocchi” di Siena; le associazioni degli Industriali di Firenze e della Toscana Sud; le agenzie formative Toscana Formazione, ASEV, Confindustria Toscana Servizi e Pont-Tech. Fra le aziende ci sono GSK Vaccines, Menarini, Kedrion, Corima, DEKA M.E.L.A.
Info e iscrizioni. Il bando di selezione per l’ammissione al corso per diventare tecnico superiore per le produzioni biotecnologiche industriali è disponibile sul sito della Fondazione ITS Vita www.itsvita.it. Per ulteriori informazioni scrivere a info@itsvita.it o contattare Stefano Chiellini (stefano.chiellini@itsvita.it, 347 1415838) e Ilaria Niccolai (0577 231211).