Feto morto prima del parto alle Scotte, presentato un esposto
18 Gen, 2019
tracciato gravidanza

La morte di un altro neonato scuote la sanità senese a pochi giorni dall’apertura dell’inchiesta sul decesso della neonata arrivata da Grosseto e deceduta al Policlinico Le Scotte, che vede otto medici grossetani indagati per omicidio colposo. Questa volta la morte è avvenuta prima del parto. Secondo quanto si è saputo, la madre, una giovane donna straniera da anni residente in Valdelsa, alla 40esima settimana di gravidanza, venerdì scorso si è recata in ospedale, a Siena, per fare un tracciato e dall’esame non sono emersi problemi. Quando però è tornata martedì per un nuovo tracciato i medici si sono accorti che il bambino era morto. La donna è stata subito sottoposta ad un cesareo per evitarle complicazioni ed è stato disposto un esame diagnostico per capire le cause del decesso. Secondo i vertici del policlinico senese sarebbe stato soffocato dal cordone ombelicale che si sarebbe avvolto ad un piedino, ma i giovani genitori hanno presentato un esposto tramite i loro avvocati per accertare eventuali responsabilità. E’ stato anche chiesto il sequestro delle cartelle cliniche di tutto il percorso della gravidanza.