Emma Villas verso Bergamo. Giovi: “Dovremo essere cinici e pazienti”
9 Mar, 2018
Emma Villas Andrea Giovi

Si avvicina per la Emma Villas Siena l’impegno in programma sabato 10 marzo alle ore 20,30 a Bergamo in un match nel quale la compagine di coach Juan Manuel Cichello affronterà la Caloni Agnelli.

“Prosegue il percorso di avvicinamento ai play off – dice il libero Andrea Giovi – con l’obiettivo di arrivare al meglio in vista del momento più caldo della stagione. Sapevamo che nel corso dell’annata avremmo affrontato dei momenti non semplici, adesso comunque veniamo da due vittorie consecutive in casa che ci danno fiducia e morale. Sabato giochiamo a Bergamo, una delle migliori squadre del campionato di Serie A2 e per noi sarà anche un’occasione per vedere a che punto siamo”.

Giovi parla ancora del prossimo avversario: “All’andata contro la Caloni Agnelli – ha affermato il libero della Emma Villas Siena – abbiamo fornito una buona prestazione. Siamo riusciti a limitarli e certamente abbiamo fatto meglio rispetto al match giocato in Lombardia in Coppa Italia quando invece commettemmo molti errori. Nella gara del PalaEstra siamo stati a contatto, speriamo di poterci avvicinare ancora di più nella sfida di sabato sera. Dobbiamo avere pazienza e cercare di essere cinici quando avremo delle opportunità. La Pool A è un momento utile per formare la griglia dei play off e per vedere a che punto del nostro percorso siamo. Io sono sempre convinto che se mettiamo in campo la nostra migliore pallavolo può essere dura per tutti affrontarci. Al momento non pensiamo alla classifica e non facciamo calcoli, dobbiamo solamente cercare di conquistare il maggior numero possibile di punti. Con Spoleto abbiamo ottenuto una vittoria importante, dobbiamo continuare il nostro percorso. Stiamo crescendo e stiamo migliorando anche nella fase break, sulla battuta-muro-difesa abbiamo lavorato tanto. Nel tempo si sono visti progressi, io credo che la difesa sia sempre il termometro di una squadra. Noi su questo aspetto dobbiamo cercare di essere sempre più solidi”.