Emergenza sangue anche in provincia di Siena
13 Gen, 2017
sangue-trasfusione sacche

E’ emergenza sangue in provincia di Siena e i centri emotrasfusionali lanciano un sos per invitare i donatori a effettuare i prelievi. L’epidemia influenzale di questi giorni ha causato il crollo delle donazioni mettendo in difficoltà l’attività ospedaliera. “Molti donatori colpiti dal virus hanno dovuto disdire l’appuntamento nei nostri centri – ha spiegato Franca Mancuso, responsabile centri emotrasfusionali di Campostaggia, Nottola e Amiata -, ne abbiamo risentito, le nostre scorse stanno finendo e per questo chiediamo di venire a donare il sangue. Tutti possono farlo se in buona salute, è richiesta la maggiore età e almeno 50 kg di peso corporeo. E’ una semplice iniezione, non è dolorosa e permette di aiutare chi sta male. Il sangue infatti viene utilizzato sia in casi di feriti in incidenti, ma anche per i tanti malati oncologici e negli interventi chirurgici, che nei reparti sono stati costretti a rimandare, ovviamente quelli non urgenti, proprio per la carenza sacche”.
La donazione di sangue si può effettuare a Siena al Policlinico Santa Maria Le Scotte ed in provincia nei centri emotrasfusionali di Campostaggia, Nottola, Amiata, e negli ambulatori periferici di Chiusi, Sarteano, Montalcino. E’ possibile prenotare la donazione, prima del prelievo viene fatta una visita sullo stato di salute ed il sangue prelevato viene analizzato e i risultati inviati direttamente a casa del paziente. Per donare in si deve essere digiuni: è possibile bere caffè nero e mangiare 2 fette biscottare. “Aspettiamo i senesi nei nostri centri, è importante in questo momento che in tanti vengano a donare” ha concluso loa dottoressa Mancuso.