“Desdemona” al Teatro dei Rozzi in occasione della giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne
21 Nov, 2016
desdemona

E’ intorno alla figura femminile di Desdemona e alla controversa vicenda amorosa dell’Otello shakespeariano che Aresteatro indaga il tema della “bellezza punita”, nel prossimo spettacolo della stagione “Teatri di Siena” 2016/17 in programma per giovedì 24 e inserito nel cartellone del festival “Siena Città Aperta” in occasione della Giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne, che si celebra ogni 25 novembre.

Con inizio alle 21.15, il Teatro dei Rozzi ospiterà “Desdemona”, la rappresentazione di e con Francesco Burroni sulla “tragedia della donna – come recita il sottotitolo – e del moro di Venezia tra parola, suono, danza e improvvisazione”. Sarà Margherita Gravagna a interpretare la protagonista, nei suoi tentativi di ribellione contro le convenzioni e la mentalità del tempo. La disobbedienza al padre e la scelta di un uomo che rappresenta la diversità, per estrazione sociale, razza e formazione culturale, diventano i capi di accusa di una presunta attitudine alla violazione delle regole, alla menzogna e alla cieca sensualità come pretesti per un accanimento morboso contro la vitalità femminile.

Molte sono le figure maschili che ruotano intorno a Desdemona in una spirale sempre più claustrofobica di riflessioni e azioni che comprimono il suo spazio di autonomia, privandola progressivamente della stima, della reputazione e della fiducia, fino a considerarla indegna della vita stessa.

La vendita dei biglietti sarà attivata al botteghino del Teatro dei Rozzi mercoledì 23, dalle ore 17 alle 20, e giovedì 24 a partire dalle 16. Sono previste agevolazioni per under 26 e over 65, soci Unicoop Firenze e allievi delle scuole locali di danza e teatro.

Il cartellone completo della stagione “Teatri di Siena” 2016/17 è online sul sito www.comune.siena.it seguendo il percorso La Città>Cultura>Teatri>Stagione teatrale 2016-17.