Facebook Posts Home Slide Show Sport

Da Volpi a Siragusa, fino a Matteo Betti: a Tokyo batterà forte il cuore di Siena

Dopo l’inaugurazione di oggi (ore 13) cominceranno domani le Olimpiadi di Tokyo, le più attese e tormentate, a porte chiuse a causa della pandemia. Tra i 384 atleti italiani partecipanti ci saranno anche dei senesi da seguire con molta apprensione. Quella più attesa è Alice Volpi, fiorettista di Ponte d’Arbia, che al debutto ai Giochi cercherà una medaglia sia nell’individuale sia nella prova a squadre. Prima Olimpiade anche per Irene Siragusa, la velocista di Colle val d’Elsa che se la vedrà nella staffetta 4X100, e per Elena Vallortigara, che non è nata a Siena ma è senese d’adozione, qui infatti vive e si allena da tanti anni: tenterà un exploit nel salto in alto, dove fece registrare il secondo risultato italiano di sempre con 2,02 metri. Chi invece è nato a Siena ma ci è stato veramente poco è Nico Mannion, la grande promessa del basket italiano e tra i protagonisti della vittoria della Nazionale nel preolimpico contro la Serbia. Mannion avrà in squadra un altro volto noto all’ombra di Piazza del Campo, Amedeo Tessitori, cresciuto nelle giovanili della Virtus Siena. E poi, andando agli estremi della provincia di Siena c’è Diana Bacosi, che è nata in Umbria ma vive a Cetona ed è già campionessa olimpica, vinse l’oro a Rio 2016 nel tiro al volo e adesso, a 37 anni, tenterà il bis in Giappone.

Le Olimpiadi poi lasceranno campo alle Paralimpiadi e lì faremo tutti il tifo per Matteo Betti, punta di diamante del movimento paralimpico. Per lui sarà la quarta esperienza ai Giochi dopo Pechino, Londra e Rio. In Gran Bretagna riuscì a centrare una fantastica medaglia di bronzo.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena