Crisi Whirpool, il sindaco Valentini scrive a Di Maio
7 Giu, 2018
di maio

Sulla situazione di crisi della Whirpool di Siena è intervenuto oggi anche il sindaco Valentini, che ha scritto una lettera al neo ministro del lavoro e delle politiche sociali Luigi Di Maio, chiedendo il massimo impegno del nuovo Governo per tutelare i posti di lavoro 

“Egregio Ministro,
mi rivolgo a Lei per sottoporle una situazione critica che riguarda il futuro dello stabilimento della multinazionale Whirlpool sito in viale Toselli, a Siena, in relazione ai dipendenti che vi lavorano.
A dicembre, in base alla normativa in vigore, non potranno più essere utilizzati gli ammortizzatori sociali (attualmente Contratto di solidarietà a Siena). L’azienda ha annunciato 143 esuberi, su un totale di 420 dipendenti, a partire dal 1° gennaio 2019.Le chiedo quindi un impegno del governo per finanziare la proroga degli ammortizzatori sociali per garantire i posti di lavoro a rischio, e allo stesso tempo di farsi promotore presso l’azienda Whirlpool affinché presenti un nuovo piano industriale in grado di assorbire totalmente gli esuberi dichiarati. La qualità operativa dello stabilimento è altissima e pochi anni fa una società immobiliare controllata dalla Fondazione MPS acquistò l’immobile, su richiesta della stessa Whirlpool, che recentemente ha anche ottenuto uno sconto sull’affitto. Resto in attesa di una Sua cortese risposta e confido nel massimo impegno del nuovo Governo nei confronti della situazione sopra descritta”.